Dal 18/03/2022 al 20/03/2022
Teatro Toniolo

Un tram che si chiama desiderio

tram-desiderio-toniolo

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Al Teatro Toniolo va in scena “Un tram che si chiama desiderio” ,protagonista l’attore Daniele Pecci affiancato da Mariangela D’Abbraccio con la regia e scena di Pier Luigi Pizzi.

Lo spettacolo è al Toniolo da venerdì 18 a domenica 20 marzo 2022 e si inserisce nella programmazione teatrale del Settore Cultura organizzata in collaborazione con Arteven, circuito teatrale del Veneto.

“Un tram che si chiama desiderio” è il capolavoro di Tenessee Williams, un dramma conosciuto in tutto il mondo che svela il lato oscuro del sogno americano, è ormai pietra miliare del teatro e del cinema. Premio Pulitzer nel ’47 narra una storia che alza il velo sulla macchina oppressiva della famiglia, dell’anima ipocrita dei pregiudizi e sulla feroce stupidità delle paure morali. Un dramma che per la prima volta mette l’America allo specchio su temi come omosessualità, sesso, disagio mentale, famiglia come luogo non proprio raccomandabile, e ancora maschilismo, femminilità maltrattata e ipocrisia sociale.

Lo spettacolo
Siamo nella New Orleans degli anni ’40. Protagonista è Blanche che, dopo il pignoramento della casa di famiglia, si trasferisce dalla sorella Stella sposata Stanley, un uomo rozzo e volgare. Blanche, alcolizzata e vedova di un marito omosessuale, cercherà, fallendo, di ricostruire un rapporto salvifico con Mitch, amico di Stanley. Ma il violento conflitto che si innesca fra lei e il cognato, la porterà alla pazzia, già latente in lei.

Prezzo

Raggiungi l’evento

esempio: 20/06/2022
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.