Dal 22/02/2017 al 23/02/2017
Biblioteca Civica di Mestre Villa Erizzo | VEZ

Sette canzoni per l'Anguana

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

SETTE CANZONI PER L’ANGUANA
Recital musicale con testi teatrali e per canzoni di Antonella Barina

Musiche e canto di Monica Giori
Laura Saragalli, coreografie
Serenella Maluta, danzatrice
Stefano Baldan, mandola e percussioni
Erika Tosatto, violoncello
Verdiana Bacchin, tamburi
In scena il violoncello, il tamburo, e la mandola, con parti recitative e cantate.

L’Anguana è la protagonista dello spettacolo. Ritenuta a lungo un personaggio secondario delle leggende alpine, l’Anguana (‘spirito delle acque’, ‘ninfa’, ‘lavandaia’, ‘strega’ o ‘sirena’ ecc.) qui assume la dimensione inedita di antica divinità acquea. Lo spettacolo nasce dalla lunga gestazione e ricerca della poeta Antonella Barina sul divino femminile, iniziata negli anni ’70 e proseguita fino alla stesura in rima senaria, nel 2013, della silloge poetica “Sette Canzoni per l’Anguana”.
La musicista Monica Giori, che studia musiche originali (ballata, rock, valzer, samba, ecc.), fabbrica i burattini dello spettacolo mentre Barina trasforma in testi teatrali di raccordo la propria ricerca sulle Anguane.
La composizione ‘aquatica’ dell’opera la rende fruibile ad adulti quanto a bambine e bambini.

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 27/09/2020
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.