24/01/2016 Ora 18:00
Spazio Aereo

POWER ACOUSTIC SUNDAY

Michele Polga Trio / Bau / Componendo / Jam

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Domenica 24 gennaio | ore 18

18.00 COMPONENDO
20.00 BAU
21.30 MICHELE POLGA TRIO
23.00 JAM

Si è mai vista una power acoustic sunday così variegata?
Difficile negare l'eterogeneità di un programma che raccoglie in una sola domenica parola, suono e azione!

Alle 21.30 un trio che non necessita di presentazioni, con il sax di Michele Polga, il contrabbasso di Marc Abrams, e la batteria di Tommaso Cappellato.

Alle 20.00 suona BAU.
Al di là del curioso nome, si tratta di una delle nuove formazioni jazzistiche più interessanti ed originali che si siano affacciate a Spazio Aereo: oltre ai già noti Federico Pozzer al piano e Raul Catalano alla batteria, conosceremo Jacek Chmiel alla chitarra e Glauco Benedetti alla tuba, per un repertorio assolutamente inedito costruito sulle timbriche di questa specifica formazione.

In apertura, alle 18.00, uno spettacolo di poesia, danza e musica: "Componendo" di e con Alessandro Fedrigo, Elisabetta Tiveron, Anna Toscano.

In chiusura, alle 23.00, la notissima Power Acoustic jam con tutti i suoi possibili ospiti ed inserti di conduzione varia, naturalmente aperta a tutti i musicisti di stampo jazzistico e non solo

-------------------------------------------------------------------------------------

MICHELE POLGA TRIO

MICHELE POLGA
Diplomato in sassofono al Conservatorio “Martini” di Bologna e in musica jazz al Conservatorio “Bomporti” di Trento con Franco D’Andrea. Frequenta i seminari estivi di Veneto Jazz e quelli di Siena Jazz vincendo la borsa di studio per le clinics IASJ (International Association of School of Jazz) di David Liebman, che frequenterà l’anno successivo a Boston presso il Berklee College of Music.
Ha suonato con Paolo Fresu, Marco Tamburini, Marcello Tonolo, Pietro Tonolo, Roberto Rossi, U.T. Gandhi, Sandro Gibellini, Valerio Abeni, Furio Di Castri, Claudio Fasoli, Paolo Damiani, Tony Scott, Fabrizio Bosso, Luca Mannutza, Luca Bulgarelli, Nicola Conte, Franco D’Andrea, Paolo Birro, Alfred Kramer, Francesco Bearzatti, Wayne Dockery, Carla Bley, Steve Swallow, Maria Shneider, Cecil Bridgewater, Ben Riley, Dick Oatts, Paul Jeffrey, Rory Stuart, Charlie Pership, Ferenc Nemeth, Eliot Zigmund, Jeff Gardner, Andrea Pozza e altri.

Ha all’attivo vari cd di cui tre a proprio nome, l’ultimo dei quali, in quintetto con Fabrizio Bosso, Luca Mannutza, Luca Bulgarelli e Tommaso Cappellato, è stato edito da Abeat Record ed ha avuto un inserto speciale su JazzIt Magazine N.68 di gennaio/febbraio 2012. Sempre dalla stessa rivista è stato inoltre segnalato come uno dei 100 cd più belli del 2011.

MARC ABRAMS

Marc Abrams - New York (U.S.A.) Contrabbasso, il suo interesse per la musica è iniziato con il pianoforte all’età di 7 anni. A 10 anni ha iniziato gli studi di Contrabbasso. A 12 ha iniziato ad esibirsi con orchestre regionali e con orchestre da camera composte da giovani musicisti di New York. A 13 ha iniziato ad esibirsi suonando il basso elettrico in gruppi locali. Ha suonato con: Kenny Clarke, Sal Nistico, Chet Baker, Cedar Walton, Karl Berger, Steve Lacy, Luisa Longo.

TOMMASO CAPPELLATO

Tommaso Cappellato è un batterista, compositore eclettico e creativo.
Forte di un groove deciso, nutrito da 10 anni di residenza a New York, studi alla New School University e due anni come leader della house band alla Rainbow Room, arricchisce il suo linguaggio con viaggi in diverse parti del mondo collaborando con artisti di prestigio.
Tra i suoi ultimi progetti la "Tommaso Cappellato Orchestra" composta da 13 elementi, arrangiata e diretta dal maestro Michele Corcella, il quintetto "Astral Travel", tributo allo Spiritual Jazz e dedica a un suo mentore scomparso, il pianista e compositore Harry Whitaker, e il suo solo sperimentale "Aforemention".
Ha collaborato inoltre con Michael Blake, Fabrizio Bosso, Don Byron, George Cables, Mark De Clive-Lowe, Steve Grossman, Jon Hendricks, Richard Julian, Morphosis & Upperground Orchestra, Debbie Harry & The Jazz Passengers, Enrico Pieranunzi, Enrico Rava, Kurt Rosenwinkel, Bill Ware's Vibes, Yah Supreme & Brohemian. Nel 2014 e' stato nominato migliore artista nella trasmissione radiofonica giapponese "Jazz Ain't Jazz" a cura del leggendario DJ Shuya Okino dei Kyoto Jazz Massive.

-------------------------------------------------------------------------------------

BAU

Federico Pozzer, piano
Glauco Benedetti, tuba
Jacek Chmiel, chitarra
Raul Catalano, batteria

BAU non è un progetto. È uno stato mentale nato dall'incontro di Federico Pozzer (piano) e Jacek Chmiel (chitarra, effetti) presso il ''Prince Claus Conservatory'' di Groningen (Olanda). Al servizio delle loro contorte fantasie compositive, fatte di libera improvvisazione ed omaggi a Lennie Tristano, Misha Mengelberg, Morton Feldman e Jim Black si sono aggregati, nei primi mesi del 2015, il roccioso Glauco Benedetti (tuba) e l'infaticabile Raul Catalano (batteria). Il repertorio di BAU comprende, oltre a composizioni originali, standard jazz trasfigurati (Monk come se piovesse) e riarrangiamenti di colonne sonore di film improbabili, senza timore di sporcarsi le mani con elementi provenienti dal Free al Noise-rock, dal Metal all'avanguardia contemporanea.

-------------------------------------------------------------------------------------

COMPONENDO. UN VIAGGIO TRA PAROLE E MUSICA

Un viaggio tra poesia e musica, tra parole e suoni, con Alessandro Fedrigo, Elisabetta Tiveron, Anna Toscano

Componendo è un viaggio tra poesia e musica, tra parole e suoni, in compagnia di Anna Toscano, Alessandro Fedrigo, Elisabetta Tiveron. Componendo è un viaggio, un percorso, ma anche un tempo, molto particolare che unisce tre professionalità, tre modi di fare arte, tre espressività molto diverse tra loro ma al contempo intersecabili.
Anna Toscano legge sue poesie, edite ed inedite, costruendo un percorso che spazia in vari luoghi e in diversi tempi, costruendo così un cammino di parole. Alessandro Fedrigo suona proprie composizioni in solo e in accompagnamento dei testi poetici, composizioni edite e inedite. Elisabetta Tiveron performa testi e suoni con voce e danza.
Componendo è un viaggio da ascoltare e vedere attraverso parole, suoni e immagini: le immagini che scorrono, dettagli di città e di luoghi in bianco e nero a fare da sfondo, da cornice, a ovattare lo spettacolo.

Alessandro Fedrigo, bassista, compositore e didatta è uno dei pochi specialisti del basso acustico, ovvero chitarra basso acustica (acoustic bass guitar). Lo strumento che Alessandro suona è un basso fretless, ovvero senza tasti e spesso viene accoppiato all'uso di effetti elettronici al fine di manipolare ulteriormente un suono già così peculiare. L'attenzione per il suono è dunque una delle caratteristiche di questo musicista che si è formato attraverso un lungo apprendistato durante il quale ha praticato il jazz, l'improvvisazione libera, la musica sperimentale, l'elettronica mescolata alle performance multimediali. Ha registrato una trentina cd con vari ensemble.
Nel 2011 fonda l’etichetta discografica nusica.org che attualmente dirige, è il direttore artistico della rassegna di concerti “Sile jazz” che si tiene d’estate a Treviso. Dal 1995 insegna basso elettrico alla scuola “Spazio Gershwin” di Padova. Attualmente insegna musica d’insieme alla Scuola Thelonous Monk di Mira e dirige la BIG BAND UNIPD – Orchestra Jazz dell’Università di Padova.

Elisabetta Tiveron, veneziana di campagna con i piedi in laguna, laureata in storia contemporanea, affianca l’attività di scrittrice a quella di consulente culinaria. Scrive - prevalentemente, ma non solo - di cibo approfondendone anche gli aspetti storici, sociali, letterari, geografici e… sentimentali: perché il nutrimento è innanzitutto un atto d’amore. Autrice di numerose pubblicazioni, ama ricercare, raccogliere e raccontare storie, viaggiare, incontrare, scoprire, condividere. Da diversi anni pratica danza contemporanea.

Anna Toscano vive a Venezia, insegna all’Università.
Scrive come giornalista per alcune testate, tra le quali “Il Sole24 Ore”, scrive saggi scientifici, introduzioni, cura libri di poesia, scrive racconti e scrive poesie, ultima sua raccolta di poesie è Doso la polvere, per La Vita Felice nel 2012, preceduta da All’ora dei pasti, 2007, e Controsole, 2004. Si occupa di poesia, facendo l’editor per case editrici, ideando e conducendo la trasmissione radiofonica Virgole di poesia per Radio Ca’ Foscari, portando per teatri e biblioteche lo spettacolo “Voce di donna, Voce di Goliarda Sapienza”, con F. Michieli e A. Trevisan, curando per la testata on-line “La Rivista Intelligente”, "Venerdì in versi".
Come fotografa sue fotografie sono apparse in numerose riviste, manifesti, copertine di libri, pubblicità, mostre personali e collettive.

Durata
6 ore
Informazioni aggiuntive

Biglietto: € 5

Ingresso soci Arci

Raggiungi l’evento

esempio: 22/06/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.