Dal 16/09/2023 al 22/11/2023
Palazzo Grimani
Fontego dei Tedeschi

Etnoborder

etnoborder

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Alessandro D’Alessandro, musica etnica fra organetto ed elettronica

Sabato 16 settembre a Palazzo Grimani per Etnoborder

La sesta edizione di Etnoborder, rassegna di musica etnica contemporanea firmata da Veneto Jazz, avrà come protagonista sabato 16 settembre (ore 18.30) a Palazzo Grimani a Venezia Alessandro D’Alessandro, in solo,  con il progetto “Canzoni per organetto preparato ed elettronica”. Una nuova, interessante proposta di Veneto Jazz che con questa rassegna intende valorizzare artisti nazionali ed internazionali che fondono strumenti etnici e sonorità contemporanee.

Tra le più rilevanti espressioni della nuova leva musicale italiana, Alessandro D’Alessandro, da sempre votato a contaminazioni tra generi diversi, ha portato uno strumento tipico della tradizione popolare come l'organetto a dialogare con altri stili, ritmi ed armonie, ampliandone notevolmente le capacità espressive ed il suono. In questa direzione si pone anche la sua più recente esplorazione della canzone d'autore e folk, con la trasposizione di alcuni classici nel linguaggio di un organetto che, nelle sue mani, sembra assumere “il respiro di un'orchestra”. Il suono intimo del suo strumento a mantice è sostenuto da un utilizzo molto personale dell’elettronica, dell’effettistica e dei loops in tempo reale; sovrapposizioni armoniche e ritmiche, suonate direttamente sull’organetto, attraverso un originale sistema di percussione dello strumento. Il progetto si è trasformato nel disco ‘Canzoni – per organetto preparato & elettronica’ (Squilibri) uscito nel giugno 2021. L’album vede la partecipazione di molti ospiti tra cui Elio, Sergio Cammariere, Musica Nuda, David Riondino, Neri Marcorè, Sonia Bergamasco, Joan Manuel Serrat, Peppe Voltarelli, Daniele Sepe, Roberto Angelini, e altri ancora. Il disco è stato eletto miglior album della world music italiana per 2021 dalla giura del Premio Loano, il più importante premio di settore in Italia.

Nel secondo appuntamento, invece, al Fondaco dei Tedeschi, mercoledì 22 novembre (ore 18.00), Alvise Seggi (che per l’occasione oltre al violoncello abbraccia anche l’oud, strumento arabo antichissimo simile al liuto), con Ivan Tibolla (fisarmonica e flauto traverso) e Francesco Savoretti (percussioni), propone un repertorio di musica araba e mediorientale e di tradizione mediterranea (ingresso libero su prenotazione). Mediterranea, questo il titolo del progetto, è un viaggio musicale che prende inizio dalla città lagunare di Venezia e segue le antiche rotte delle imbarcazioni mercantili che, spinte dal vento, percorrevano le vie del commercio marittimo lungo le rotte del Mediterraneo e l’Oriente.

La rassegna Etnoborder è organizzata da Veneto Jazz in collaborazione Polo Museale del Veneto e Fondaco dei Tedeschi. Partner istituzionali: Ministero della Cultura, Regione del Veneto, Città di Venezia. Media partne: Venezia News.

Sabato 16 settembre – ore 18.30

Palazzo Grimani – Venezia

ALESSANDRO D’ALESSANDRO
Canzoni per organetto ‘preparato’ ed elettronica

Alessandro D’Alessandro: organetto, loops, efx, live electronics

Biglietto concerto Palazzo Grimani (comprensivo della visita al palazzo)

Intero 15 € + diritto di prevendita

Ridotto 12 € + diritto di prevendita (residenti Città Metropolitana di Venezia, under 26, over 65)

Prevendite: Ticketone  (on line e punti vendita) e VeneziaUnica (on line e punti vendita di Venezia e Mestre)


Mercoledì 22 novembre – ore 18.00

Fondaco dei Tedeschi – Venezia

MEDITERRANEA

Alvise Seggi: oud e violoncello

Ivan Tibolla: fisarmonica e flauto traverso

Francesco Savoretti: percussioni

Ingresso libero. Prenotazioni dal 2 novembre  (fino ad esaurimento posti disponibili) scrivendo a:  fondaco.culture@dfs.com

 

Prezzo

Raggiungi l’evento

esempio: 18/04/2024
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.