Dal 21/05/2021 al 31/12/2021
GAD Giudecca Art District

THE_SPACE_WE_LIVE_IN

GAD Giudecca Art District

gad_giudecca

Descrizione

GAD Giudecca Art District è lieta di presentare i nuovi eventi che, a partire da sabato 19 giugno, arricchiranno il programma di THE_SPACE_WE_LIVE_IN, la rassegna di 12 mostre, talk, performance, progetti curatoriali e installazioni, che avranno luogo negli spazi di GAD dal 21 maggio alla fine di dicembre, coinvolgendo e connettendo i vari medium espressivi dell’arte contemporanea con lo studio dello spazio architettonico.

Il nuovo capitolo di THE_SPACE_WE_LIVE_IN si apre con tre eventi, momenti di ricerca e discussione, con l’obiettivo di tracciare un connubio tra scienza e arti visive.

La giornata sarà anche momento di presentazione di nuovi progetti e partnership fra GAD e altre realtà internazionali, un network di collaborazioni con istituzioni, curatori, artisti che vede in Venezia un luogo di incontro, confronto, ricerca, ripartenza.

Con PULSE: Electric Mannerism, del duo turco ha:ar, composto dalla scultrice Hande Şekerciler e dall’artista digitale Arda Yalkın, si concretizza, invece, una partership fra GAD e MoCDA (Museum of Contemporary Digital Art).

Il progetto, curato da Chiara Braidotti, Filippo Lorenzin e Serena Tabacchi del MoCDA e in collaborazione con GAD, porta a Venezia le opere della coppia di artisti turchi, impegnati in una ricerca compositiva e scultorea tra mondo fisico e virtuale che rilegge l'estetica dei grandi maestri del Rinascimento e del Barocco alimentando così una riflessione critica su ciò che è stato e ciò che è, offrendo suggestioni su ciò che ci attende.

La mostra esplora la dualità tra digitalee realtà tangibile anche attraverso il dialogo tra le opere del duo e i lavori scultorei realizzati da Hande, la cui genesi resta legata al mondo virtuale della modellazione 3D. Partendo dalla figura umana, immersa in un'eco rinascimentale, l'artista indaga l'identità dei soggetti liberandoli da elementi caratterizzanti come chiome e indumenti, per presentarli all'osservatore al di là di ogni costruzione sociale, proiettati nel contemporaneo.

L'esperienza della mostra fisica giunge a compimento attraverso la Realtà Aumentata. Grazie a questa tecnologia e in collaborazione con Garage Atlas, altre opere, tra cui delle sculture impossibili da

produrre in forma tangibile, appariranno nello spazio del distretto di GAD e nella città di Venezia, in dialogo con il pubblico e la realtà circostante.

Arche' - Architecture of Universe è il settimo evento legato a THE_SPACE_WE_LIVE_IN e la terza edizione del progetto Pavillion 0, che da quest'anno andrà ad avere la sua sede permanente a Venezia presso GAD.

Curato dal polacco Tomasz Wendland e dal tedesco Harro Schmidt, in collaborazione con Hong-John LIN e

Wei-Ming Ho, entrambi di Taiwan, il progetto esplorerà il biospazio comune e il futuro cyberspazio, rifletterà gli sviluppi attuali e metterà a confronto i visitatori con esperienze non convenzionali.

Sarà un “padiglione transnazionale", organizzato come una cooperazione internazionale con partnership di istituzioni artistiche selezionate e accademie mondiali, Arche' - Architecture of Universe, presenta concetti artistici e curatoriali che sono generalmente basati su naturali ionici per la branchia della Filosofia (acqua, aria, atomo, infinito e numero).

Nelle loro implementazioni audiovisive delle utopie urbane e dei principi architettonici mostrati, le opere d'arte possono essere vissute in termini come informazione, architettura, realtà simultanee, multidimensionalità, geometria frattale, spesso in modo interattivo.

Artisti in mostra: Jude Anogwih, Bebyond, Igor Benca, Florencia Bruck, Chien-Chi CHANG, Fan Chih-Ming, Jakub Cikała, Sławomir Brzoska, Wuttin Chansataboot, dancing Company Landerer, Hendryk Claussen, Elektro Moon Vision, Filip Gajewski, David Rodriguez Gimeno, Chen Hsin-Wei, Zbyněk Janáček, Pavel Korbička & Lucie Vítková, Róbert Makar, Sevcik, B, David Mozny, Ulrika Eller-Rüter, Andrzej Fasiecki, Clemens Fürtler, Patricija Gilyte, Andrzej Głowacki, Andreas Guskos, Michał Janocha, Wojciech Kaszuba, Grzegorz Klaman, Kosaara and people, Chin-Yun KUO, Lambda Esemble, Leibniz Universität Hannover, Lu Bo-Hang & Su Yi-Hsuan, Javier Krasuk, Arkadiusz Marcinkowski, Renato Nicolodi,

Marjam Oskoui, Chen Pin-Chen (Yea Chen), Wu Po-Yao, Ella Raidel, rektor, Harro Schmidt, Marek Sibinský, Ran Slavin, Patrik Ševčík, Yu-Hsin SU, Katarzyna Taborowska, Tajny_projekt, Risa Takita, Leszek Tetla, Ilka Theurich, Tao Ya-Lun, Trans-for-Matha Ensemble, Andrea Uváčiková, Sanae Yamada, Shih Yi-Shan, Urich Lau Wai-Yuen, Lidia Zielińska, Thomas Zitzwitz, Damon Zucconi.

Collaborazioni e partnerships:

GAD Giudecca Art District Venice Italy

Gdansk University of Technology

Poland Jagiellonian University Krakow Poland

National, Technion – Israel Insitut of Technology, Haifa,

Israel Alanus University of Arts & Social Science Alfter, Germany

Music Academy Poznan, Poland

Art Academy in Szczecin, Poland

Academy of Fine Arts in Katowice

Academy of Fine Art in Krakow

Academy of Fine Arts in Gdansk

Leibniz Universität Hannover, Germany

Nakanojo Biennale, Japan

The Faculty of Fine Arts University Ostrava

Art Association Kunsthalle Hannover Germany Synthetic Mediart Festival Taipei

Taiwan Waley Art

Taiwan Cultural Industry Association

GAD Giudecca Art District

THE_SPACE_WE_LIVE_IN

21 Maggio – 31 Dicembre 2021

aperto dalle 10 alle 18

chiuso il lunedi

www.giudecca-art-district.com

Prezzo
Gratuito

Raggiungi l’evento

esempio: 30/07/2021
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...
Ora Chiuso

Orari e date

Lun
Chiuso
Mar
10:00-18:00
Mer
10:00-18:00
Gio
10:00-18:00
Ven
10:00-18:00
Sab
10:00-18:00
Dom
10:00-18:00

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.