Dal 10/11/2016 al 30/11/2016

«Uprooted/Sradicato» di Aurel Vlad e Cătălin Bădărău

Descrizione

La mostra «Uprooted/Sradicato» di Aurel Vlad e Cătălin Bădărău
Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia

Giovedì, 10 novembre 2016, dalle ore 18:00, presso la Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia (Cannaregio 2212 – 30121 Venezia), avrà luogo l’inaugurazione della mostra di arte contemporanea degli artisti Aurel Vlad e Cătălin Bădărău, a cura di Cosmin Năsui.
La mostra si incentra sul rifugio, sradicamento, migrazione forzata, esilo, rilocazione – realtà storiche, politiche e sociali e allo stesso tempo temi della condizione umana che preoccupano gli artisti Aurel Vlad e Cătălin Bădărău.

Le opere di Aurel Vlad della mostra „Uprooted/Sradicato” rappresentano più o meno in maniera metaforica l’esilio da un Giardino dell’Eden (ubicato nella zona conflittuale del Medio Oriente) quale tema di ispirazione biblica storicamente ricorrente, ma attuale quale fenomeno sociale dei rifugiati allontanati dal paradiso delle proprie abitazioni. I personaggi modellati in latta zincata da Aurel Vlad lottano con le proprie radici, divisi in maniera fisica e metaforica dall’Albero della Vita o dall’Albero della Conoscenza, che vagano come delle ombre senza corpo.

Cătălin Bădărău presenta il fenomeno perpetuo delle migrazioni nella video-istallazione „Derail” realizzata in base alla sua scultura cinetica, di grandi dimensioni, dallo stesso titolo, in cui centinaia di personaggi scolpiti galleggiano sull’acqua in un circuito continuo. Opere quali „Wasted” o „The Rest” sono macro-espressioni di ritratti e mani, realizzate in silicone che sono volutamente distorte dal supporto sul quale sono esposte.
Aurel Vlad (n. 1954, Galaţi, Romania) è scultore, disegnatore ed incisore, professore universitario presso l’Università Nazionale d’Arte di Bucarest, personalità di primo ordine dell’arte contemporanea romena. Dal 1990 è membro dell’Unione degli Artisti di Romania. Laureato dell’Istituto di Belle Arti „Nicolae Grigorescu” di Bucarest, sezione scultura, classe professore Geta Caragiu Gheorghiţă e prof. Marin Iliescu (1980-1984), Aurel Vlad è, dal 2008, preside della Facoltà di Belle Arti dell’Università Nazionale d’Arte di Bucarest.
Cătălin Bădărău (n 1981, Romania) è scultore, dottore in arti visive e assistente universitario presso il dipartimento di Scultura/Facoltà di Belle Arti dell’Università Nazionale d’Arte di Bucarest. Tra il 2005-2007 ha conseguito gli studi di master presso l’Università Nazionale d’Arte di Bucarest, Dipartimento Scultura, coordinatore Prof. Aurel Vlad. Dal 2007 è assistente universitario dell’Università Nazionale d’Arte di Bucarest, Facoltà di Belle Arti, Sezione Scultura. Dal 2007 è membro dell’Unione degli Artisti di Bucarest – filiale Scultura. Ha partecipato a varie mostre nazionali ed internazionali (Germania, Italia, Francia, Turchia, Polonia, Repubblica Moldava).
Cosmin Năsui è curatore, critico d’arte, manager culturale, valutatore d’arte contemporanea. Ha un’esperienza curatoriale e di critica d’arte di oltre 17 anni. E’ fondatore della più ampia piattaforma romena online per il supporto e la promozione dell’arte contemporanea romena www.modernism.ro. E’ managing partner della Năsui collection & gallery (www.cosminnasui.com), che espone, rappresenta e promuove nel paese e all’estero una selezione attenta di artisti contemporanei romeni. E’ senior curator del museo privato PostModernism (www.postmodernism.ro).
La mostra potrà essere visitata fino al 30 novembre 2016, da martedì a domenica, nell’intervallo orario 16 – 20. L

Prezzo
Gratuito
Informazioni aggiuntive

Entrata libera

Raggiungi l’evento

esempio: 22/06/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Orari e date

Ora Chiuso
Lun
Chiuso
Mar
16:00-20:00
Mer
16:00-20:00
Gio
16:00-20:00
Ven
16:00-20:00
Sab
16:00-20:00
Dom
16:00-20:00

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.