23/11/2017 Ora 18:00
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Tè Verde

A cura di Michela Vanon Alliata

tè-verde

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

verde

di J. S. Le Fanu
a cura di Michela Vanon Alliata
(Venezia, Marsilio 2017)

La curatrice ne parla con Diego Saglia

Figura di un doppio persecutorio e beffardo che istiga al male, ombra allucinatoria che non dà tregua, effetto ipnotico che droga e annienta la volontà, patologia paranoica lacerante e distruttiva, aggressione maligna e seducente di desideri e conflitti rimossi, fantasma di un atavismo ferino e degenerato: tutto questo, e altro ancora, è la piccola scimmietta nera che una sera, all'improvviso, dal cantuccio oscuro di un omnibus appare al mite, solitario e malinconico reverendo Jennings, trascinandolo in un percorso disperato verso la follia e il suicidio.

Tè verde è la storia di questa ossessione, ma non solo; è anche la storia di colui che la racconta, trascrizione di un "caso" clinico che ci arriva dalla voce ora distaccata ora partecipe del dottor Hesselius, figura quanto mai moderna di analista/indagatore/detective, che racconta al tempo stesso la sua ossessione, ovvero quella di leggere il caso con gli occhi della scienza, rimuovendone la carica eversiva con le proprie fragili certezze; voce autorevole e rassicurante che si perde nel vortice della follia e dello scacco metafisico.

J.S. Le Fanu (1814-1873) è uno dei maggiori esponenti vittoriani del romanzo sensazionale e del racconto di fantasmi. Dopo aver studiato al Trinity College di Dublino, baluardo della cultura protestante, come tanti Anglo-Irish illustri, da Jonathan Swift a Oscar Wilde, ed essersi laureato in giurisprudenza, si dedica al giornalismo e alla letteratura. Esordisce con un romanzo storico sulla scia di Walter Scott e nel 1851 pubblica la raccolta Ghost Stories and Tales of Mystery. Nel 1863 esce il romanzo gotico La casa presso il cimitero e nel 1865 Lo zio Silas, ritenuto il suo capolavoro. È del 1872 In a Glass Darkly, la raccolta di storie soprannaturali comprendente, oltre a Tè verde, il celebre racconto di vampiri Carmilla divenuto oramai un testo di culto.

Michela Vanon Alliata insegna letteratura inglese all'Università Ca' Foscari di Venezia. Studiosa dell'Ottocento, in particolare di Henry James e R.L. Stevenson, e dei rapporti fra arti figurative e letteratura, al gotico e al fantastico ha dedicato numerosi saggi fra cui la curatela del volume edito da Marsilio, Desiderio e trasgressione nella letteratura fantastica, e la monografia Haunted Lives: Studies in the Gothic and Fantastic Imagination (Ombre Corte 2017).

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 20/06/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.