Dal 08/09/2016 al 13/09/2016
Libreria MarcoPolo - Campo S. Margherita

Settembre S'ingrossa [Iª PARTE]

settembresingrossa_copertina

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

A quasi un anno dalla sua inaugurazione, la Libreria MarcoPolo di Campo Santa Margherita a Venezia presenta SettembreSingrossa, mini-festival letterario che va a arricchire lo scenario di incontri e presentazioni del già ricco mese di Settembre.

Dopo un anno che non si stenta a definire esagerato per la libreria veneziana (che ha ospitato in questi 12 mesi ben 45 incontri cui hanno partecipato più di 1.500 lettori e lettrici), ecco qunidi un Settembre fuori misura, con ben 5 appuntamenti nell’arco di 6 giorni.

PROGRAMMA COMPLETO [Iª PARTE]

I primi cinque libri, le prime cinque presentazioni saranno introdotte da un aperitivo con dj-set o piccolo concerto, un’occasione per stare insieme, curiosare tra gli scaffali, scambiarsi opinioni e entrare nel mood delle serate, all’insegna dell’emozione e della condivisione.

- Giovedì 8 settembre

Ore 19:00
Dr. Douche (dj-set)

ore 20:00
"Le cose che non facciamo" di Andres Neuman (Edizioni Sur)

Dialoga con l’autore Ginevra Lamberti

Una coppia in lite, amici che diventano amanti e al tempo stesso traditori, relazioni così armoniche e simmetriche da sembrare fasulle, la confusione che può generare la nascita di un figlio, lo smarrimento e l’impotenza di quando un genitore se ne va.
Sono solo alcune delle scene dipinte dallo scrittore argentino Andrés Neuman in questa raccolta. Storie quotidiane, apparentemente semplici e infinitamente complesse come tutto ciò che è noto, dalle quali emerge, potentissima, la realtà che ci circonda.
La prosa di Neuman trova nella forma racconto la sua maggiore compiutezza: questa raccolta è un vero e proprio omaggio alla brevità, che pur permette all’autore di disegnare personaggi a tutto tondo e di dar vita a un’opera di ampio respiro, onesta e mai scontata.

Andrés Neuman (1977) è nato a Buenos Aires, dove ha trascorso l’infanzia. Figlio di musicisti argentini, è cresciuto a Granada, dove è stato professore di letteratura latinoamericana. È autore di romanzi: Frammenti della notte, La vida en las ventanas, Una volta l’Argentina, Il viaggiatore del secolo e Parlare da soli; raccolte di racconti: El que espera, El último minuto, Alumbramiento y Hacerse el muerto; poesie: Métodos de la noche, El jugador de billar, El tobogán, La canción del antílope, Mística abajo, No sé por qué y Patio de locos; aforismi: El equilibrista, Barbarismos y Caso de duda; e di un libro di viaggio sull’America Latina: Cómo viajar sin ver. Le sue poesie sono raccolte nel volume Década. Il suo blog Microrréplicas è stato selezionato tra i migliori blog letterari da El Cultural. È stato tra gli autori scelti per Bogotá 39 ed è stato selezionato dalla rivista Granta tra i migliori giovani scrittori in lingua spagnola.  Ha vinto, tra gli altri, il Premio de la Crítica, il Premio Hiperión de poesía e il Premio Alfaguara de novela. È stato finalista del Premio Herralde e del Rómulo Gallegos, è entrato nella shortlist dell’IMPAC Dublin Literary Award e ha ricevuto una Menzione Speciale dalla giuria dell’Independent Foreign Fiction Prize. L’antologia dei suoi racconti tradotti in inglese è stata premiata negli Stati Uniti con il Firecracker Award, concesso dalla Community of Literary Magazines and Presses insieme all’Associazione dei Librai Statunitensi. I suoi libri sono tradotti in più di venti lingue.

Dr. Douche DJ, suonadischi ed esperto schiacciatore del tasto PLAY, sfonda timpani con classe in esclusiva per il Flat.

 

- Venerdì 9 settembre

Ore 19:00
Herren Geister (live set)
Alberto Collodel (clarinetti)
Jacopo Giacomoni (sax alto)

ore 20:00
"Sole luna stella" di Kurt Vonnegut e Ivan Chermayeff (Edizioni Topipittori)

Intervengono Paolo Canton e Giovanna Zoboli (editori) e Monica Pareschi (traduttrice)

Pubblicato da Hutchinson nel 1980 con il titolo Sun Moon Star, questo gioiello della letteratura americana recentemente riscoperto è, per la prima volta, pubblicato in Italia.
L’indimenticato Kurt Vonnegut racconta la notte di Natale e la nascita del Creatore e lo fa in modo magistrale da una prospettiva insolita: ironica e poetica allo stesso tempo.
Ivan Chermayeff fa lo stesso con illustrazioni essenziali. Il risultato è un capolavoro assoluto di precisione e incanto.

Un libro per:
• leggere una poesia in prosa
• amare un’altra versione della più nota tra le storie
• riflettere sui sogni

Scrittore e saggista tra i più originali della letteratura statunitense del Novecento, Kurt Vonnegut è autore di capolavori come Mattatoio N.5, Ghiaccio 9 o La colazione dei campioni. Disegnatore e illustratore, Ivan Chermayeff è l’inventore di alcuni dei loghi più famosi a livello internazionale (quello della PanAm o dello Smithsonian, ad esempio).

Herren Geister è un duo di recente formazione, che vede Alberto Collodel (Rob Mazurek Land Of Spirals, Laboratorio Novamusica) ai clarinetti e Jacopo Giacomoni (Musicafoscari) al sax contralto. Herren Geister attinge largamente al vasto repertorio della tradizione jazzistica afroamericana, rimodellando l’aspetto ritmico e armonico in modo del tutto personale, contando solo in una polifonia a due voci.

 

- Sabato 10 settembre

Ore 19:00
Superonda sound selection, a cura di Valerio Mattioli

Ore 20:00
"Superonda" di Valerio Mattioli (Edizioni Baldini & Castoldi)

Dialoga con l’autore Enrico Bettinello

Fuori dalla consueta diatriba Cantautori vs. Sanremo e Rock italiano vs. Musica leggera, Superonda è il racconto di quelle musiche che tra 1964 e 1976 riuscirono a sviluppare linguaggi originali e in grado per una volta di proiettare la musica italiana all’estero, esercitando una sotterranea influenza sul mondo dell’elettronica, del rock alternativo, e delle musiche sperimentali. Un percorso accidentato in cui le vicende di future icone nazionali come Ennio Morricone, Franco Battiato e Area si mescolano a quelle di artisti convertiti al rock come Mario Schifano, in cui l’avanguardia di Berio e Maderna dialoga a distanza con la musica su commissione dei Goblin e delle sonorizzazioni Rai, e in cui i fermenti della cultura underground fanno da sponda a colonne sonore per film di serie B, revivalismi folk e free jazz militante, per arrivare al Lucio Battisti di «Anima latina». Sullo sfondo, la nascita di un immaginario italiano fatto di spaghetti western e bottiglie molotov, gialli alla Dario Argento e avanguardie radicali, riviste di controcultura e sceneggiati di fantascienza, comuni freak ed espropri proletari.

Valerio Mattioli (Roma, 1978) scrive di musica e culture pop. Come curatore ha organizzato rassegne per la Biennale di Venezia, l’Istituto Svizzero, e l’American Academy in Rome. 

 

- Lunedì 12 settembre

Ore 19:00
GRAO (dj-set)

Ore 20:00
"Il paradiso degli animali" di Davis James Possant (NN editore)

Dialogano con l’autore Gianluigi Bodi e Gioia Guerzoni.

I racconti di David James Poissant parlano di relazioni. Genitori e figli, mariti e mogli, amanti o amici, i protagonisti di queste storie sono ritratti in un momento decisivo della loro vita quando, per la forza brutale dell’amore, si trovano sulla soglia di un precipizio, spinti da decisioni che loro stessi hanno preso. E sull’orlo del burrone, a ciascuno viene chiesto di fare una scelta: saltare o tornare indietro. Gli animali servono da catalizzatori, scatenano reazioni paradossali, spesso grottesche. E sono anche metafore di un territorio sospeso tra realismo e allegoria. I paesaggi sono quelli dell’America del sud, Atlanta, Florida, Tucson, ma anche Midwest e California. Non è il sogno americano ma un luogo più selvaggio e ai margini, dove fallimento e successo sono molto più vicini di quanto ci si aspetti, e il finale, lieto o triste che sia, libera sempre nuove speranze di riscatto e una profonda compassione.
Come nella poesia di James L. Dickey, che dà il titolo a questa raccolta: “Sotto l’albero / cadono / sconfitti / si rialzano / si rimettono in cammino”. Che poi è quello che tutti tentiamo di fare.
Questo libro è per chi sogna di viaggiare su un furgoncino Volkswagen in compagnia di un labrador nero, per chi ama i film di Wes Anderson e il deserto di Bagdad Café, e per chi a volte teme di essere un pazzo ma in realtà è caduto in un cerchio magico da cui riuscirà prima o poi a uscire.

David James Poissant. I suoi racconti sono apparsi in diverse riviste e nella antologia Best New American Voices, e hanno vinto numerosi premi, tra cui l’Alice White Reeves della National Society of Arts & Letters. Con Il paradiso degli animali ha vinto il Florida Book Award 2014, ed è stato finalista al Los Angeles Times Book Prize e al PEN/Robert W. Bingham Prize.
Docente del master in Fine Arts all’University of South Florida, nel 2015 viene nominato vincitore al New Writers Award for fiction, come in passato autori del calibro di Alice Munro e Richard Ford.
Ascoltatore vorace e onnivoro, appassionato di clubbing U.K., ritmi minoritari, dance music periferiche e jam percussive, Grao spinge selezioni eclettiche e progressiste senza mai perdere di vista il dancefloor


- Martedì 13 settembre

Ore 19:00
PEYOR (dj-set)

Ore 20:00
"La bicicletta di Leonardo" di Paco Ignacio Taibo (Edizioni La Nuova Frontiera)

Dialoga con l’autore Susanna Regazzoni

In principio fu Leonardo, quello della Gioconda, inventore tra l’altro della bicicletta.
Poi, nella Barcellona degli anni Venti giunse un pistolero anarchico con la fissa per il genio di
Vinci. Infine, arrivò José Daniel Fierro, romanziere messicano con una gamba ingessata e un’ossessione erotica per le cestiste yankee.
Ma che c’entra Leonardo? “Niente” direbbeuno dei personaggi di questo libro. E invece...
Le giocatrici si materializzano nella vita di Fierro che nel frattempo ha deciso di abbandonare
tutto. C’è stato un omicidio, manca un rene all’appello, e lei, la lentigginosa del basket oltrefrontiera, giace in un letto d’ospedale. In cerca di quel rene perduto, e del suo grande amore, Fierro inizia a battere ogni angolo del Messico, lì dove settant’anni prima, un sindacalista, giustiziere dei nemici del popolo, firmava le sue stragi con il simbolo della bicicletta leonardesca

Paco Ignacio Taibo II nasce a Gijon, Spagna, nel 1949 ma a nove anni si trasferisce in Messico.
Sopravvissuto a tre corsi di laurea (Storia, Lettere e Sociologia), è stato un militante del movimento
studentesco del ’68, quadro sindacale, giornalista, professore di storia e letteratura in diverse università messicane e, soprattutto, il fondatore di un nuovo genere di romanzo giallo in America Latina. I suoi libri sono stati tradotti in 29 lingue. È membro della comunità internazionale di scrittori di romanzi polizieschi e organizzatore della Semana Negra, festival di letteratura noir, nella nativa Gijon.

 

Cinque mondi differenti, cinque geografie, cinque editori coraggiosi e forti (edizioni sur, La nuova frontiera, Topipittori, Baldini&Castoldi, NN Editore), cinque percorsi in grado di aprire porte alla curiosità e alla novità.

Un piccolo grande festival che impreziosisce un percorso, quello intrapreso dai tre librai della MarcoPolo, in cui la presentazione di un libro diventa anche un momento essenziale per cementare la condivisione di una comunità (sempre più vasta, piena di sogni e energie) di lettori che vedono in una libreria non solo un luogo in cui i libri si vendono, ma soprattutto uno spazio dove essere cittadini della cultura diventa esperienza vera.

PROGRAMMA COMPLETO IIª PARTE: http://evenice.it/arte-cultura/settembre-singrossa-iia-parte

Prezzo
Free
Informazioni aggiuntive

Ingresso libero fino a esaurimento posti

sito: www.libreriamarcopolo.com
e-mail: books@libreriamarcopolo.com
tel.: 041/8224843

Libreria MarcoPolo
Campo Santa Margherita // Dorsoduro 2899
Venezia

Raggiungi l’evento

esempio: 23/07/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.