Dal 11/05/2019 al 21/06/2019
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
Arsenale di Venezia

Ateneo Veneto & Salone Nautico di Venezia

salone_nautico_ateneo

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Ateneo Veneto & Salone Nautico di Venezia

(maggio-giugno 2019)

La nuova iniziativa fieristica internazionale in programma a Venezia dal 18 al 23 giugno 2019, vuole riportare l’industria nautica là dove nacque nel ‘500, all’Arsenale di Venezia. Ma negli intenti degli organizzatori c’è anche la volontà di fare del Salone Nautico un evento diffuso che coinvolga tutta la città, anche dal punto di vista culturale.

La nautica infatti fa parte da sempre del DNA della Serenissima e per questo Ateneo Veneto ha risposto con entusiasmo all’invito del Comune di Venezia e Vela spa di ideare una serie di incontri che fungano da prologo al Salone, raccontando storia, tradizioni, arte e cultura nautica della città lagunare nel corso dei secoli.

I primi tre incontri si terranno nella sede dell’Ateneo Veneto, in Campo San Fantin, mentre gli ultimi due saranno ospitati proprio all’interno dell’Arsenale, nell’ambito del Salone Nautico.

PROGRAMMA

11 Maggio, Ateneo Veneto, Sala Tommaseo - ore 16.30

La centralità del mare nella pittura veneziana

a cura dell’Ammiraglio Paolo Bembo, direttore della rivista della Lega Navale Italiana e Presidente dell’Associazione Pittori di Marina.

Un viaggio con il maggior esperto nazionale nel settore nella pittura di marina veneziana, da Carpaccio ai vedutisti, ai pittori di marina contemporanei. La centralità di Venezia nella storia della pittura di marina.

31 Maggio, Ateneo Veneto, Sala Tommaseo - ore 18.00

Marinai, navi e traffici nel Mediterraneo del Quattrocento

a cura di Piero Falchetta, storico della cartografia e della navigazione, già conservatore delle collezioni cartografiche della Biblioteca Nazionale Marciana.

I trattati nautici dell’epoca sono quasi tutti di produzione veneziana e da essi si ricavano una mole enorme di informazioni che consentono di ricostruire con realismo e vivacità la vita quotidiana delle marinerie a bordo delle navi.

14 Giugno, Ateneo Veneto, Sala Tommaseo - ore 17.30

La transizione dalla produzione in legno a quella in ferro nell’Arsenale di Venezia tra XVIII e XIX secolo

a cura di Pasquale Ventrice, storico dell’Arsenale

Il cambio di paradigma tra due mappe concettuali del sapere nella costruzione navale: dal sapere artigiano al sapere tecnico. Le navi in legno (vascelli e fregate). La struttura della carena in legno e le sue deformazioni (insellamento e inarcamento); individuazione delle cause.

Sapere artigiano; l’artigiano non ha bisogno della scrittura, ma dell’abilità della mano (descrivere fin nei minimi particolari una scarpa non significa saper fare una scarpa). Documenti d’archivio, tradizione orale e continuità artigiana.

Sapere tecnico; sapere come si fa (modalità tecniche del fare)

Sapere del tecnologo; sapere chi sa fare (valutazione e selezione delle competenze tecniche).

La teoria tecnica della trave e la sua inapplicabilità rigorosa al legno. Il paradigma galileiano nel suo sviluppo dal legno al ferro: travature e telai in materiali omogenei (Ferro e acciaio).

Simone Stratico e i primi tentativi volti a dare continuità al sapere tecnico e a quello pratico: la scuola di architettura navale in Arsenale.

Il ruolo della memoria e della storia della tecnica e del lavoro nella comprensione della realtà operativa sviluppata dal sistema artigiano e da quello tecnico

20 Giugno, Arsenale di Venezia, Sala modelli – ore 18.00/19.00

Portolani e carte nautiche fra Venezia, Genova e Maiorca secoli XIII – XVI

a cura di Piero Falchetta, storico della cartografia e della navigazione, già conservatore delle collezioni cartografiche della Marciana.

Come venivano composte le carte nautiche? Erano effettivamente usate per navigare? Chi le disegnava?

21 Giugno, Arsenale di Venezia, Torre di Porta Nuova – ore 17.00/18.30

Venezia e le grandi scoperte geografiche, un’ipotesi affascinante: parte delle informazioni a disposizione delle potenze oceaniche europee potrebbe essere di provenienza veneziana

Dibattito con specialisti del settore coordinato dall’Ammiraglio Paolo Bembo, Direttore della rivista della Lega Navale Italiana.

Venezia quale centro collettore di una conoscenza geografica che veniva dall’Oriente e che forse aiutò le potenze europee a varcare l’Atlantico.

 

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 21/06/2019
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

  • 31/05/2019 Ora 18:00
  • 14/06/2019 Ora 17:30
  • 20/06/2019 Ora 18:00
  • 21/06/2019 Ora 17:00

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.