20/07/2018 Ora 17:30
Teatro alle Tese

ORESTEA - Anagoor

Biennale Teatro - spettacolo in prima assoluta

orestea_anagoor

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

La compagnia Anagoor, vincitrice del Leone d'Argento inaugura il Festival con uno spettacolo in prima assoluta.

TEATRO - L’ANTEPRIMA
L’«Orestea» degli under 30, così l’eternità si fa presente
Il 20 luglio a Venezia il debutto atteso dell’ «Orestea» nella versione della giovane compagnia Anagoor: «La storia di un mondo in rivolta capace di preparare le condizioni per la rigenerazione del vecchio»

Debutto assoluto e molto atteso della «Orestea» che poi andrà in tournée internazionale ma che ora apre la Biennale Teatro diretta da Antonio Latella da cui sono stati insigniti del Leone d’argento che sarà per l’occasione consegnato. Dopo aver raccontato girovagando curiosi nel passato «Virgilio brucia», dove lo straordinario Marco Menegoni, recitava tutto un canto dell’Eneide in latino, riempendo il salvadanaio dell’attore di applausi, e «Socrate il sopravvissuto», dove si ragionava sul rapporto tra alunni e insegnanti, sapere e saputo, conoscenza e conosciuto, ecco che la più chiacchierata famiglia dell’antichità, gli Atridi, che torna a farsi sentire, materia prima del sangue del teatro, appena versato meraviglioso e copioso nello spettacolo «Santa Estasi». Dunque la violenza di ieri che si specchia negli anni nostri, il senso di vuoto che ben conosciamo, l’abisso del cogito ma ergo non sum.

Dunque Eschilo, siamo nel 458 a. Ch. giorno più giorno meno, 2476 anni or sono, con la trilogia di «Agamennone», «Coefore», «Eumenidi», su cui il regista Derai con Patrizia Vercesi (come drammaturgo) e tutto il suo gruppo, mai così coeso, lavorano da oltre un anno impiegando ogni sollecitazione venga dall’esterno o dall’interno. Un progetto quasi kolossal, nel senso migliore e non hollywoodiano del termine (sono stati essenziali la Biennale stessa e il bando europeo di Hermès, uno dei più concupiti, ambiti e ricchi), per far giungere a destinazione quel concetto di Eternità di cui si diceva e che non è sfuggito alla giuria veneziana che ha premiato il gruppo: «Anagoor non è mai popolare nella scelta dei testi, eppure lo è, nobilmente, nella restituzione artistica…». Verissimo!

Acquista il biglietto

Prezzo
€€

Raggiungi l’evento

esempio: 21/09/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.