27/10/2018 Ora 21:00
Cinema Teatro Corso

A NIGHT IN KINSHASA

Teatro Corso

federico_buffa

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

TEATRO CORSO, A GRANDE RICHIESTA FEDERICO BUFFA CON “A NIGHT IN KINSHASA”, LO SPETTACOLO SUL LEGGENDARIO MUHAMMAD ALÌ

Evento speciale al Teatro Corso di Mestre: a grande richiesta, Federico Buffa presenta A night in Kinshasa, lo spettacolo teatrale multimediale in cui racconta, con il suo stile incalzante, le gesta di una delle grandi icone del secondo Novecento, Muhammad Alì, il suo immenso talento, la personalità, l’estro, la bellezza, il gusto della provocazione. Sullo sfondo la grande storia, con le lotte per i diritti civili.

A night in Kinshasa si sofferma su “The Rumble in the Jungle”, la notte più incredibile della storia dello sport, nel più improbabile degli scenari (Kinshasa, 30 ottobre 1974) in cui The Greatest si impone nell’immaginario di una generazione: “Impossibile è nulla”. Un evento narrato anche dal grande scrittore Norman, il match epocale di boxe per il titolo mondiale dei massimi tra lo sfidante Muhammad Ali (Cassius Clay, prima della conversione all’Islam) e il detentore George Foreman.

Il racconto mozzafiato che Buffa fa di quell’evento, con il suo stile unico che lo ha reso lo storyteller più seguito, si avvale delle musiche composte ed eseguite al pianoforte dal vivo da Alessandro Nidi, alle percussioni Sebastiano Nidi. La regia dello spettacolo è di Maria Elisabetta Marelli.

Un rullo di tamburi apre lo spettacolo. É un suono tribale, che sa di riscossa (ricordate Tamburi nella notte di Brecht?) e ci porta a Kinshasa, in Zaire. Il dittatore Mobutu ha rinominato cosi l’ex Congo, colonia belga di Leopoldo II, che con le sue barbarie, l’aveva prostrata e ridotta in schiavitù.
Per celebrare ufficialmente la nuova costituzione dello Zaire il 30 ottobre 1974 Mobuto decide di imporsi agli occhi del mondo; e per farlo, usa, come dai tempi dell’antica Roma, lo sport.

Regala infatti ai suoi sudditi il match di boxe del millennio per il titolo mondiale dei massimi, The Rumble in The Jungle “La rissa nella giungla” che, suo malgrado, parla di riscatto sociale, di pace, di diritti civili.

Perchè Muhammad Ali si è affrancato dalla schiavitù, ha combattuto per la libertà, ha osato sfidare l’America, opporsi al potere, preferendo il carcere alla leva in Vietnam.

Il pubblico segue incantato. Talvolta si smarrisce tra quella miriade di avvenimenti che Buffa gli offre con naturalezza come se lanciasse dal palco manciate di coriandoli colorati: la schiavitù, Martin Luther King, la guerra del Vietnam, il maccartismo, Watergate, John Kennedy, suo fratello Robert, le borse di studio per studenti africani, Barack Obama. Ma avverte che ogni singolo avvenimento, anche se apparentemente insignificante, fa parte di un tutto.

La potenza della narrazione di Buffa forse, oltre al volo ad ali spiegate tra storia, geografia, politica ed altro, risiede in questo: in quella vertigine appena sfiorata che si sente pensando che, cosi come gli avvenimenti, anche ogni essere umano è parte dell’intero.

La drammaturgia di A Night In Kinshasa è di Federico Buffa e Maria Elisabetta Marelli, che firma anche la regia. La musica è scritta ed eseguita al pianoforte da Alessandro Nidi e ritmata dalle percussioni di Sebastiano Nidi.

Federico Buffa

Considerato il miglior storyteller di vicende sportive intrecciate alla storia, dallo stile avvolgente ed evocativo, è per Aldo Grasso “narratore straordinario, capace di fare vera cultura, cioè di stabilire collegamenti, creare connessioni, aprire digressioni”.

Dopo aver studiato sociologia alla Summer Session di UCLA, si laurea in giurisprudenza e diviene giornalista, commentatore di culto del basket su riviste, radio e tv, a partire ventenne dalla collaborazione con Aldo Giordani fino alle telecronache su Sky in coppia con Flavio Tranquillo. Nel 2014 è autore e conduttore del programma Storie Mondiali, dieci episodi su vicende storiche dei Mondiali di calcio. Dopo il successo di quel programma, conduce la trasmissione antologica Storie di Campioni, ritratti di fuoriclasse raccontati on the road nei contesti che li hanno visti crescere ed affermarsi, campioni che hanno fatto epoca come Di Stefano, Puskás, Rivera, Best, Cruijff, Jordan, o personaggi sportivi legati alla storia come Arpad Weisz. Per la critica con il suo stile porta in tv un nuovo genere, una letteratura sportiva sulle orme di Gianni Brera. Nel 2015 conduce su Sky Arte il documentario Graffiti a New York. Cosa mai avvenuta, tra il 2017 e il 2018 Sky per una settimana dedica l’intera programmazione di un canale a suoi racconti. Nel 2018 è autore per Sky della serie in quattro puntate 1968.

Dal 2015 è protagonista dello spettacolo teatrale Le Olimpiadi del ‘36, in cui mette in scena con grande pathos vicende emblematiche di uno snodo cruciale della storia; nel 2017 presenta A night in Kinshasa, dedicato al leggendario Muhammad Alì, mentre nel 2018 esce il suo nuovo lavoro Il rigore che non c’era, un racconto dei grandi personaggi che hanno segnato la storia del secondo Novecento

Tra le sue pubblicazioni: Black Jesus e il romanzo L’ultima estate di Berlino.

Biglietti: platea € 30,00 + d.p.; prima galleria € 25,00 + d.p.; seconda galleria € 20.00 + d.p.

Prevendite:

VENEZIA Hellovenezia Ag. Piazzale Roma, Piazzale Roma Venezia
VENEZIA Libreria Goldoni, Sestiere San Marco 47/42/43
LIDO DI VENEZIA Hellovenezia c/o approdo Actv Lido S.M.E.
MESTRE Good Music, Via Brenta Vecchia 23
MESTRE Auchan (1 piano), Via Don Tosatto 22
MESTRE Hellovenezia, Piazzale Cialdini
MESTRE Media World Mestre Via Don Luigi Peron 20

www.dalvivoeventi.it (elenco integrale punti vendita per acquisto biglietti)

 

 

Prezzo
€€
Informazioni aggiuntive

VENDITA INTERNET www.ticketone.it - www.vivaticket.it

INFORMAZIONI
telefono 366.2590790

Raggiungi l’evento

esempio: 13/11/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.