Dal 15/10/2022 al 16/10/2022
Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni

Le Vertige Marilyn

goldoni-marilyn

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO GOLDONI DI VENEZIA INAUGURA CON LE VERTIGE MARILYN

Il 15 e 16 ottobre, in esclusiva italiana Isabelle Adjani riporta in vita il mito senza tempo di Marilyn Monroe, diretta da Steiner e Lagarrigue

Si accendono i riflettori, il sipario è pronto ad alzarsi. Sabato 15 ottobre, alle ore 19.00, il Teatro Stabile del Veneto -Teatro Nazionale inaugura la nuova stagione del Teatro Goldoni di Venezia con Le Vertige Marilyn, ideato e diretto da Olivier Steiner e Emmanuel Lagarrigue con Isabelle Adjani. Con una prima nazionale ed esclusiva italiana, sul palcoscenico del più antico teatro veneziano, la pluripremiata attrice francese e candidata due volte agli Oscar celebra il mito di Marilyn Monroe a 60 anni dalla sua scomparsa e apre il cartellone firmato dal direttore artistico dello Stabile del Veneto Giorgio Ferrara. Lo spettacolo, in lingua francese con sopratitoli in italiano e inglese, sarà in scena anche domenica 16 ottobre (ore 16.00).

Una donna in un sontuoso abito nero firmato Dior – ispirato a quello che Marilyn indossò nell’ultimo servizio fotografico di Bert Stern – è presente sul palcoscenico mentre il pubblico entra, la si vede in controluce. Sopra di lei un’imponente struttura con ventiquattro fari, come le ore della giornata. Un’installazione metallica che sembra una Torre di Babele. E la sua voce al telefono. Chi è? Isabelle Adjani? Marilyn Monroe? Entrambe? Nessuna delle due? Con Le vertige Marilyn va in scena la storia di una stella che vacilla. A metà tra la lettura e la performance, un monologo interiore con il pubblico, che diventa voce diretta e, a tratti, registrazione fuori campo.

Lo spettacolo, co-prodotto da TS3 - Fimalac Entertainment e Teatro Stabile del Veneto–Teatro Nazionale, nasce dalle ricerche effettuate da Olivier Steiner setacciando sia le ultime interviste a Marilyn, rilasciate appena due giorni prima della sua morte, sia quelle a Isabelle Adjani. Costantemente alla ricerca di cibo per la mente, di corrispondenze, di un dialogo tanto inaspettato quanto improbabile, di una possibile sorellanza, di un momento di estasi, di una vertigine.

“Nell’agosto 2009 ho intrapreso un viaggio a Los Angeles per assistere alla cerimonia in onore di Marilyn al West lake Memorial Cemetery, dove è sepolta – afferma Oliver Steiner nelle sue note di regia -. È lì che ho incontrato Georges Barris, il suo ultimo fotografo e amico, e abbiamo parlato a lungo. Tornato in Francia ho cominciato a scrivere. E i sogni diventavo più chiari e il desiderio si faceva più concreto, così è nata questa “vertigine” con Isabelle Adjani. Marilyn e Isabelle si sono finalmente incontrate. Isabelle, Marilyn. Monroe, Adjani. Una storia dell’eterno femminile”.

Attorno alla sceneggiatura Emmanuel Lagarrigue ha costruito un’installazione fatta di luci e suoni.

“Olivier Steiner ed io parliamo di Marilyn da quando ci conosciamo – spiega Isabelle Adjani nelle sue note -. Marilyn è con noi, parte delle nostre vite, quasi quotidianamente, lei ci saluta e noi le rispondiamo. A tal punto che ho l’impressione che questo progetto non sia stato precisamente voluto, deciso, ma sia nato di sua spontanea volontà. Questo spettacolo, che è una mezza via tra una lettura e una performance, si avvicina anche all’arte contemporanea. Sono entusiasta di muovermi nello spazio dell’installazione concepita dall’artista Emmanuel Lagarrigue. Adoro l’idea di portare in vita l’estasi di Marilyn, una perdita totale del mondo e di se stessi”.

 

Prezzo

Raggiungi l’evento

esempio: 06/12/2022
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.