20/11/2021 Ora 14:30
Palazzo Trevisan degli Ulivi

Camouflage in the landscape

performance di Davide-Christelle Sanvee

bodily-encounters

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Camouflage in the landscape

L’Istituto Svizzero presenta una performance di Davide-Christelle Sanvee, a cura di Gioia Dal Molin (Head Curator Istituto Svizzero).

In che modo la storia dei luoghi e dell’architettura influisce sui nostri corpi e sulla nostra nozione di appartenenza – a un gruppo, a un paese, a uno spazio? Indagando l’invisibilità degli individui nello spazio pubblico, Davide-Christelle Sanvee va a caccia di elementi architettonici, comportamentali e gestuali per creare scenografie che circondano completamente i suoi spettatori. Per attivare questi nuovi spazi, utilizza la memoria storica e collettiva così come azioni performative costruite intorno a realtà politiche e sociali. Nel contesto del Salon Suisse, sta sviluppando una nuova performance che, basata sulle peculiarità sociali e politiche di Venezia e di Palazzo Trevisan, si manifesta come una sorta di mimetismo nel paesaggio.

L’evento è presentato nell’ambito del Salon Suisse 2021, dal titolo Bodily Encounters. È un evento collaterale ufficiale della Biennale Architettura 2021 organizzato dalla Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia. Offre una serie di conferenze, colloqui, performance ed eventi culturali.

Registrazioni all’indirizzo biennials@prohelvetia.ch tra il 13 e il 19 novembre 2021 (numero di partecipanti limitato).

Biografie:

Davide-Christelle Sanvee (*1993) è un’artista performativa che si concentra sugli spazi e sulla messa in scena. Dopo un bachelor in arti visive alla HEAD di Ginevra (2016), ha ottenuto un master al Sandberg Institute di Amsterdam (2019). Il suo lavoro è stato presentato in tutta la Svizzera ma anche a livello internazionale, tra cui alla Fondation Ricard di Parigi, alla DeSchool di Amsterdam e a Candyland di Stoccolma. Ha vinto lo Swiss Performance Award nel 2019 con la sua performance Le ich dans nicht.

Gioia Dal Molin è Head Curator presso l’Istituto Svizzero di Roma, Milano e Palermo.

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 29/11/2021
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.