05/03/2016 Ora 17:00
Teatrino di Palazzo Grassi

NØRDIC FRAMES #2

Festival internazionale di jazz sperimentale e NuJazz

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

È dedicata alla scena sperimentale nordica la prima edizione di Nørdic Frames, festival internazionale di jazz sperimentale e NuJazz, in programma al Teatrino di Palazzo Grassi di Venezia. Organizzata da Nu Fest, storico festival di musica elettronica firmato Veneto Jazz, la rassegna propone un programma di due appuntamenti che vedono protagonista la Norvegia e le ispirazioni dei suoi artisti più all’avanguardia, come Thomas Strønen & Iain Ballamy (28 febbraio) e Bugge Wesseltoft & Christian Prommer (5 marzo), riconoscendo a questo Paese un ruolo fondamentale in Europa nell’emancipazione dal jazz dalle radici afroamericane.
 

Sabato 5 marzo 2016

Ore 17 - Ingresso libero

Aperitivo + Live set

Rotation dj set Oldies, R'n'b Soul & nuFunk  

by BIGG_E aka THA FUNKY JUNKY & STABFINGER

 

Ore 19 - Biglietti: 20€ intero – 15€ ridotto per gli studenti e i titolari della Membership Card Palazzo Grassi

CONCERTO

BUGGE WESSELTOFT & CHRISTIAN PROMMER

(Jazzland / Compost rec / Drumlesson)

 

Jens Christian Bugge Wesseltoft (Porsgrunn,1964) è un musicista, pianista e compositore norvegese. Oltre alla sua attività professionale di musicista jazz, Bugge Wesseltoft ha una propria etichetta musicale chiamata Jazzland Records. Nel 1990 il jazz di Wesseltoft ha subito un'evoluzione passando dalle tradizioni del jazz nordico (esemplificate dalle incisioni della casa discografica ECM), a una musica che viene chiamata "future jazz" o nu jazz. Ha suonato e collaborato con numerosi artisti jazz della scena contemporanea internazionale, tra gli altri con Jan Garbarek e Arild Andersen, e per tre volte si è aggiudicato “Spellemannprisen”, prestigioso premio destinato.

Christian Prommer, dj, percussionista e produttore tedesco (Monaco), ha sempre avuto un approccio molto jazz in tutte le sue produzioni, in principio sperimentando con campionamenti e drum machines, in seguito con una carriera accademica che ha spaziato dal pianoforte alla batteria. Pommer ha esplorato e fuso diversi generi: dalla musica classica all'elettronica, passando per techno e house stile Detroit e Chicago.

Tra i progetti personali ricordiamo il Drumlesson project (jazz, house, electronica), il Trüby Trio (elettronica e broken beats) e collaborazioni con grandi artisti quali Peter Kruder, dj Hell, Jazzanova, Rainer Trüby e dj Roland (con il Trüby Trio appunto),  Voom:Voom  (con Kruder, Roland Appel). 

Un progetto che fonde jazz ed elettronica eseguito da due incredibili artisti provenienti da scuole e background differenti ma con un'affinità straordinaria.

Raggiungi l’evento

esempio: 17/12/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.