12/02/2022 Ora 18:00
Conservatorio di Musica "Benedetto Marcello"

Concerto di Musica Barocca

Fermo, “la Città dell’Aquila” e Venezia, “la Repubblica del Leone”: un rapporto che si rinnova in occasione dei 1600 anni della Serenissima

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Concerto a cura del Conservatorio di musica B. Marcello di Venezia e del Conservatorio di musica G. B. Pergolesi di Fermo.
Classi: Musica d’insieme per strumenti antichi e voci Elena Russo
E dal Conservatorio G. B. Pergolesi di Fermo, Canto Rinascimentale e Barocco Sergio Foresti, Clavicembalo Anna Clemente
Prenotazione obbligatoria al seguente link: https://forms.gle/sLFLFbqyo9qsQYGQ8
Accesso nelle sedi degli eventi previa presentazione di green pass rafforzato e indossando mascherina FFP2.
 
Prezzo
Free
Informazioni aggiuntive

Programma

Claudio Monteverdi (Cremona 1567- Venezia 1643)

Adoramus te (SV 289)

Sacrae Cantiunculae (Venezia 1582)

Salve Regina (SV 327)

Cantate Domino (SV 293)

 

Ensemble di Musica Antica del Conservatorio di Fermo

Giorgia Loreto, Mariachiara Marozzini 

Simona Niedermair soprani

Serena Marino contralto

Matteo Laconi tenore

Sergio Foresti basso

Andrea Stacchietti organo

 

Studenti delle classi di

Canto Rinascimentale e Barocco Sergio Foresti

Clavicembalo e tastiere storiche Anna Clemente

 

Claudio Monteverdi 

Toccata - Prologo e la Musica dell’opera “Orfeo” 

Per soprano * con flauto, violino e b. c. 

 

Pier Francesco Cavalli ( Crema 1602-Venezia 1676 ) 

dall’ opera La Calisto 

 

Sinfonia 

flauto , violino  e  b. c. (liuto , cembalo , Viola da Gamba)

 

“Piante ombrose  per soprano ** 

flauto , violino e b. c. 

 

Sinfonia Prologo 

 

“Restino imbalsamate” 

per soprano **,  flauto , violino  b. c. 

 

Claudio Monteverdi

Si dolce  il tormento 

per soprano * e b. c. 

da “Quarto scherzo delle ariose vaghezze “ (Venezia 1624) 

Testo di Carlo Milanuzzi

 

Balletto De la Bellezza le dovute lodi

per due soprani, da “Scherzi musicali “ 

con flauto, violino  e b. c. 

 

Barbara Strozzi ( Venezia 1619 - Padova 1677)

Lagrime mie 

per soprano *** e b. c.

da “Diporti di Euterpe - Cantate e ariette a voce sola, op. 7”

testo Pietro Dolfino

 

Carlo Milanuzzi (fine del XVI sec. - 1647 ca.) 

Quel mio bel cor 

Arietta da ”Primo Scherzo delle Ariose vaghezze (Venezia 1630)”

a due soprani con  flauto , violino , e b. c.  

testo Carlo Milanuzzi  

 

Ensemble del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Venezia

Chiara Spizzo soprano * 

Simona Gatto soprano ** 

Maria Chiara Ardolino soprano ***

Marco  Rosa Salva flauti

Sebastiano Franz violino 

Alberto Casarin viola da gamba

Alvise Zanella liuto e chitarra barocca

Andrea Bozzato clavicembalo 

Studenti della classe di Musica di Insieme per strumenti antichi e voci rinascimentali e barocche M° Elena Russo

 

 

 

Ensemble del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Venezia”

Nel corso degli ultimi dieci anni il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia ha acquisito una posizione di riferimento a livello nazionale per quanto riguarda la ricerca, lo studio e la produzione del repertorio rinascimentale e barocco, in particolare quello veneziano. 

Gli attuali docenti, Tiziano Bagnati (liuto), Cristiano Contadin (viola da gamba), Francesco Erle (musica d'insieme vocale), Cristina Miatello (Canto rinascimentale e barocco), Enrico Parizzi (violino barocco), Rosanna Posarelli (clavicembalo), Elena Russo (musica d'insieme) e Giovanni Toffano (flauto dolce) sono impegnati a proporre una formazione specialistica e interdisciplinare ai giovani studenti e futuri musicisti. L'attività didattica, svolta anche attraverso seminari e masterclass, trova applicazione in esecuzioni di opere teatrali e concerti, talvolta vere ricostruzioni di eventi musicali, storico/sociali nei luoghi e nelle istituzioni   più prestigiose e di riferimento della città di Venezia, quali il Palazzo Ducale, la Basilica di San Marco, il Museo Correr, le  Scuole  Grandi di San Rocco, di San Giovanni Evangelista e di San Marco, la Scuola dei Carmini, la Fondazione Levi, l’Ordine dei Cavalieri di Malta, il Teatro La Fenice. Quest’ultimo, in collaborazione con i corsi di Opera Studio del Conservatorio, ha invitato il Dipartimento di Musica Antica a mettere in scena, in prima esecuzione moderna, le tre opere teatrali di Tomaso Albinoni, ZenobiaRegina de’ Palmireni e Statira nelle stagioni 2017/18 e 2018/19, a cui si aggiungerà Engelberta nel prossimo mese di ottobre, dirette dal prof. Francesco Erle. Un convegno internazionale di studi sulla figura del compositore veneziano concluderà questo ampio progetto operistico che ha anche compreso, nel febbraio 2019, La serva padrona di Giovanni Battista Pergolesi, un progetto drammaturgico ideato dal prof. Francesco Bellotto, con la direzione musicale del prof. Enrico Parizzi, di grande interesse anche per le ricerche musicologiche svolte sui rapporti tra Commedia dell'Arte e Intermezzi musicali.

Particolare attenzione è dedicata alla ricollocazione delle esecuzioni nei contesti originari, secondo la tradizione veneziana, come è avvenuto per Musica sull’acqua e Vespro Veneziano, o Le esequie di Claudio Monteverdi, celebrate queste ultime nella Chiesa dei Frari con musiche di Giovanni Rovetta, Salomone Rossi e Claudio Monteverdi. 

Il Dipartimento, unitamente al Conservatorio tutto, sono stati di recente coinvolti come partners Istituzionali della società inglese “Teatro San Cassiano 1637”, istituita con l’intento di ricostruire il Teatro San Cassiano a Venezia. 

Dal 2015 è nata una speciale e felice collaborazione con la Fondazione Levi, sulla base della comune vocazione alla ricerca e sperimentazione che anima entrambe le Istituzioni. Le musiche di Giovanni Legrenzi hanno risuonato nel "Concerto delle Ceneri" edizione 2015, mentre nel 2016 è stata realizzata la “Passio Venetiae” con brani di Giovanni Rovetta. Nell'ottobre 2019 un piccolo ensemble vocale e strumentale formato dagli allievi delle classi del Dipartimento di Musica Antica diretti dal prof. Cristiano Contadin è stato invitato a suonare a Pechino, al seguito della mostra-progetto “Leonardo-Cina” organizzato dalla Fondazione Levi in collaborazione con il Bejing Music Festival e l’Istituto Italiano di Cultura di Pechino. Nell'occasione sono state eseguite musiche rinascimentali italiane e della tradizione cinese coeva, gettando le basi per nuove prospettive di ricerca musicale.

Il Dipartimento di Musica recentemente ha partecipato alle “Giornate europee del Patrimonio” a Palazzo Grimani di Venezia , sotto la direzione della prof.ssa Elena Russo, e al Convegno commemorativo su Giovanni Morelli, organizzato dalla Fondazione Levi.

Molti studenti e/o diplomati del Dipartimento di Musica Antica sono risultati vincitori di Concorsi nazionali e internazionali e sono già avviati alla carriera, collaborando con i più importanti Ensemble di musica antica del momento.

 

Raggiungi l’evento

esempio: 20/06/2022
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.