25/05/2018 Ora 20:45
Noale centro

Alex Trolese - Fenice Metropolitana

axel-trolese

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Venerdì 25 maggio 2018, alle ore 20.45, nella Sala San Giorgio a Noale (Ve), il giovane pianista Axel Trolese, già vincitore del premio “Alfredo Casella” al Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia 2015”, sarà protagonista, ospite ancora una volta di Fenice Metropolitana, di un concerto sulle musiche di Mozart, Brahms, Clementi, Liszt/Rossini, evento solitamente riservato ai vincitori dell’ultima edizione del prestigioso Premio Venezia.

Il programma del concerto avrà inizio con la Sonata KV 331 “Alla Turca” di Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791), pubblicata nel 1784 e regalata alla sorella, e proseguirà con le Variazioni su un tema originale op. 21 n. 1 di Johannes Brahms (1833-1897), completate a Düsseldorf nel 1857. Seguirà la Sonata op. 50 n. 3 “Didone Abbandonata” di Muzio Clementi (1752-1832) dedicata a Luigi Cherubini, scritta nel 1821 ed ispirata alla storia amorosa di Didone dal quarto libro dell’Eneide virgiliana. Il concerto si concluderà con la trascrizione di Franz Liszt (1811-1886) dell’Ouverture del Guillaume Tell di Gioacchino Rossini (1792-1868). L’ingresso al concerto è libero.

L’evento, organizzato dal Comune di Noale e dall'Associazione Università Tempo Libero di Noale, rientra tra gli appuntamenti di FENICE METROPOLITANA. Eventi e progetti di musica per il territorio, progetto ideato da Fondazione di Venezia e Fondazione Teatro La Fenice, sostenuto e supportato dalla Città Metropolitana di Venezia, per la sensibilizzazione alla cultura musicale nel territorio metropolitano di Venezia.

 

FENICE METROPOLITANA. Eventi e progetti di musica per il territorio

La Fondazione Teatro La Fenice e la Città Metropolitana di Venezia proseguono con il progetto, avviato nella primavera del 2014, di diffusione della cultura musicale e concertistica nel territorio della città metropolitana di Venezia che intende proporre un cartellone ricco di eventi e appuntamenti musicali nelle aree di San Stino di Livenza, Portogruaro, San Donà di Piave, Meolo, Chioggia, Cavarzere, Maerne, Noale e Ceggia grazie alla collaborazione delle numerose istituzioni che già operano attivamente in questi territori.

L’offerta culturale prevede cicli di CONFERENZE e ASCOLTI GUIDATI, VIDEO-PROIEZIONI DI OPERE LIRICHE, CONCERTI PIANISTICI dei vincitori del prestigioso Premio Venezia e anche CONCERTI DI MUSICA DA CAMERA con i SOLISTI DELL’ORCHESTRA DEL TEATRO LA FENICE.

Il progetto Fenice metropolitana si inserisce tra gli obiettivi strategici della Fondazione Teatro La Fenice. Dopo alcune riuscite tappe di avvicinamento realizzate negli anni precedenti, e grazie al convinto sostegno della Città metropolitana, il Teatro veneziano ‘si trasferisce’ infatti in terraferma, portandovi alcune tra le sue più importanti proposte musicali. Convinzione di partenza di questa iniziativa è che la vasta e variegata area dell’ex provincia di Venezia costituisca un tutt’uno con la città d’acqua, con la quale condivide storia, passato e tradizioni. Quest’intrinseca unitarietà, resa ancora più evidente dall’avvento della Città metropolitana, al di là dei suoi necessari risvolti geografici e amministrativi risiede soprattutto nell’identità culturale che connette Venezia al suo territorio. Da qui è nata l’esigenza di ‘esportare’ l’eccellenza rappresentata dalla Fenice, per raggiungere nuovi pubblici e appassionare spettatori futuri, con un occhio di riguardo ai giovani. Così da Chioggia a Portogruaro, da San Donà a Mirano, senza tralasciare i molti Comuni più piccoli, nell’arco di tre mesi si dislocano ventiquattro appuntamenti con la grande musica, che prevedono ascolti guidati e proiezioni video di alcune delle produzioni operistiche che hanno segnato la storia del Teatro lagunare – come Norma di Vincenzo Bellini, La traviata di Giuseppe Verdi e Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini – e conferenze ‘sonore’ intorno a miti intramontabili come Gustav Mahler e Maria Callas. Ma non mancano i momenti concertistici, affidati agli Artisti del Coro e ai Solisti della Fenice, come il violoncellista Luca Magariello, e ai pianisti vincitori del prestigioso Premio Venezia.

Profilo

Axel Trolese, pianista

Axel Trolese è nato nel 1997 a Genzano (RM) e ha iniziato a cinque anni gli studi musicali; ora vive a Parigi dove frequenta il secondo ciclo superiore (Master) al Conservatorio Nazionale (CNSMDP) nella classe di Denis Pascal; allo stesso tempo, frequenta il corso di alto perfezionamento all’Accademia di Santa Cecilia di Roma con Benedetto Lupo. Si è diplomato nel 2014 con 10, Lode e Menzione d’Onore presso l’ISSM “Monteverdi” di Cremona con Maurizio Baglini, seguendo anche gli insegnamenti di Roberto Prosseda e Alessandra Ammara.

Durante il suo percorso formativo ha seguito numerose masterclass e corsi di perfezionamento pianistici con Arie Vardi, Aldo Ciccolini, Michel Béroff, Philippe Entremont, Wolfram Schitt-Leonardy, Yun Sun, Inna Faliks, Enrico Elisi, Joaquín Achúcarro, Piero Rattalino, George Vatchnadze e Giovanni Bellucci.

Nel 2017 ha vinto il 2° Premio all’Ettore Pozzoli International Piano Competition di Seregno (MI), è arrivato in semifinale al Suzhou International Piano Competition di Shanghai e nel giugno 2017  ha vinto il “Grand Prix” e il “Prix du Conseil Départemental” al 10° Concorso Pianistico Internazionale “Alain Marinaro” a Collioure, nel dipartimento dei Pirenei Orientali francesi. Inoltre, nel 2017 è risultato fra i primi dieci talentuosi di tutta Italia vincitore del Premio Italia Giovane 2017, che coinvolge ogni anno tra i più brillanti giovani talenti italiani in tutti i campi, È vincitore del “Premio Alfredo Casella” al XXXII° Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia 2015”. Nel 2016 gli è stato assegnato il “Premio EduMus”, riconoscimento dedicato ai migliori giovani musicisti italiani.

“Musicista caratterizzato da una ricerca sofisticata, controllo impeccabile delle dinamiche e della timbrica e dotato di una forte individualità interpretativa” – come specificato nella Menzione d’Onore – ha già al suo attivo diversi concerti e rassegne musicali.

A marzo 2017 si è esibito all’Accademia di Francia – Villa Medici in Roma, organizzatrice dell’evento “Trattato d’Artista” per le celebrazioni del 60° anniversario del ‘Trattato di Roma’, trasmesso in diretta radiofonica da Radio France e Rai Radio 3.

Tra le esperienze più rilevanti, i recital all’Istituto di Cultura Italiano a Parigi, al Gran Teatro e alle Sale Apollinee de “La Fenice” di Venezia, all’Ateneo Veneto; si è esibito in teatri ed importanti istituzioni quali Verdi di Pordenone, Ponchielli di Cremona, Fazioli Concert Hall di Sacile, Sala dei Giganti di Padova, Bertarelli Concert Hall per l’Amiata Piano Festival, Palazzo Ducale di Lucca, Museo del Violino di Cremona, Accademia Musicale Romana, Roma3Orchestra e Festpielhaus di Füssen in Germania, Tignes (F), Eglise Saint-Marcel di Parigi.

Come camerista ha collaborato col Quartetto di Cremona e col Quartetto Guadagnini, con Maurizio Baglini, Silvia Chiesa, Guido Corti, Aleksandra Lelek, Clément Peigné, Anastasiya Petryshak.

Ha suonato il primo Concerto di Chopin con la Jenaer Philharmonie e diretta da Markus L. Frank e con altre formazioni orchestrali dirette da Jesús Medina, Pasquale Veleno e Alessio Venier ed il terzo di Beethoven con Gabriele Pezone.

Nel 2016 ha registrato il suo primo disco “The Late Debussy: Etudes & Epigraphes Antiques” per Movimento Classical, apprezzato dalla critica e presentato su Rai Radio 3 nel corso della trasmissione ‘Primo movimento’, su RadioClassica e su Rete Toscana Classica.

Prezzo
Free
Informazioni aggiuntive

Per informazioni:

Comune di Noale

Tel: 041-5897268

E-mail: cultura@comune.noale.ve.it

Raggiungi l’evento

esempio: 24/06/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.