Dal 01/05/2019 al 22/09/2019
Isola di San Servolo

MUSEO DEL MANICOMIO DI SAN SERVOLO

Apertura estiva

sanservolo

Descrizione

MUSEO DEL MANICOMIO DI SAN SERVOLO

Apertura estiva

Visitabile tutti i giorni fino al 22 settembre

Dopo l’apertura straordinaria dello scorso aprile in occasione del lungo ponte pasquale, il Museo del Manicomio di San Servolo è pronto ad offrire, per il periodo primaverile ed estivo, opportunità speciali ai numerosi turisti e ai veneziani per avvicinarsi alla storia dell’isola lagunare.

Il Museo è aperto al pubblico ogni giorno.

Il Museo del Manicomio, di proprietà della Città metropolitana di Venezia e gestito dalla società San Servolo srl, raccoglie documenti  (riproduzioni di cartelle cliniche, registri, stampe, fotografie) che introducono brevemente alla storia dell’Isola di San Servolo, dai primi insediamenti dei frati benedettini alla chiusura dell’ospedale il 13 agosto 1978 per effetto della “legge Basaglia”, mettendo in mostra strumenti di contenzione (manette, blocca caviglie, manicotti), docce per l’idroterapia, manufatti dei pazienti (ergoterapia), varia strumentazione scientifica e clinica (dai microtomi ai microscopi, dai craniometri lombrosiani agli strumenti per elettroshock).

Nel museo sono esposte anche varie foto che riproducono la vita quotidiana del manicomio e una sezione, unica nel suo genere, di fotografie comparative dei pazienti prima e dopo il ricovero a San Servolo. Completa l’originale esposizione museale una ricostruzione della sala anatomica contenente una raccolta di crani e cervelli, tutti patologici, conservati col metodo della plastinazione, il tavolo anatomico originale e la strumentazione di fine ‘800.

I visitatori possono inoltre visionare l’archivio storico di San Servolo che raccoglie una ricca e interessante documentazione che racconta l’attività manicomiale iniziata in isola nel 1725 con il ricovero del primo ‘pazzo’. Un patrimonio storico unico (cartelle cliniche, documentazione amministrativa, registri, ecc.), fonte di memoria storica per l’isola di San Servolo, per la Città metropolitana di Venezia e per la storia della medicina psichiatrica dagli albori fino ai giorni nostri. L’archivio è aperto per consultazioni e informazioni il martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9,30 alle ore 13,00. È possibile comunque accedere all’archivio anche su appuntamento telefonando al numero 041 2765452/7 o scrivendo a museomanicomio@servizimetropolitani.ve.it.

È sempre possibile chiedere una visita guidata plurilingue (prenotazione obbligatoria) chiamando lo 041 8627167 dalle 9.00 alle 16.00 tutti i giorni (sabato e domenica incluso) oppure inviando una mail a sanservolo@coopculture.it. La guida comprende la visita, oltre che del Museo, anche della Chiesa, dell’antica farmacia e della sala anatomica.

I visitatori del complesso museale e artistico di San Servolo hanno a disposizione una comoda caffetteria e un servizio di ristorazione aperti ogni giorno dell’anno.

Per raggiungere l’isola di San Servolo è a disposizione la comoda e veloce linea 20 di Actv che parte ogni mezz’ora da San Zaccaria.

Info sulle visite e biglietteria: 041 2765001 www.servizimetropolitani.ve.it

San Servolo S.r.l.

Isola di San Servolo n. 1, 30124 Venezia

T +39 041.2765001 | info@servizimetropolitani.ve.it - www.servizimetropolitani.ve.it

 

Prezzo
A pagamento

Raggiungi l’evento

esempio: 16/07/2019
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...
Ora Chiuso

Orari e date

Lun
10:30-14:00
Mar
10:30-14:00
Mer
10:30-14:00
Gio
10:30-14:00
Ven
10:30-14:00
Sab
11:30-17:00
Dom
11:30-17:00

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.