Dal 16/12/2022 al 18/12/2022
Palazzo Pisani Revedin

Trent’anni di Charta

charta

Descrizione

Charta celebra i suoi primi trent’anni al Centro Culturale Palazzo Pisani Revedin, dal 16 al 18 dicembre ore 10 – 18 Sestiere San Marco 4013/A, Venezia.

Ingresso libero, i primi 179 visitatori potranno scegliere un numero di Charta da gustare a casa in tutta comodità.

A Palazzo Pisani Revedin da venerdì 16 a domenica 18 dicembre è in programma “Trent’anni di Charta” per celebrare la storica rivista che appassiona un considerevole numero di bibliofili, storici e collezionisti di tutta Italia. Un anniversario ambitissimo per l’unico periodico italiano che unisce la bibliofilia al collezionismo cartaceo. Nata nel 1992, Charta ha testimoniato tre decenni di rivoluzioni nel mondo editoriale, nel gusto dei collezionisti e nell’universo delle aste grazie ad articoli realizzati da celebri penne del mondo dell’editoria e del collezionismo cartaceo. L’evento beneficia del Patrocinio dell’Università di Padova e rientra nelle celebrazioni ufficiali per gli 800 anni del celebre Ateneo.

Sono 179 i numeri pubblicati fino ad ora che saranno esposti e che raccontano, attraverso molteplici argomenti, la storia dei libri e degli illustratori, dell’editoria, delle riviste più importanti del Novecento, della grafica pubblicitaria, di ex libris e di storia postale. Un carosello tematico ricco di curiosità e storia libraria che ha reso la rivista stessa un oggetto collezionabile. I cinque numeri pubblicati in questo ultimo anno celebrativo sono impreziositi da copertine d’autore che ne fanno una collezione a parte: gli artisti che le hanno realizzate e hanno contribuito a rendere questo evento speciale sono: Adriano Attus, Alberto Casiraghy, Dario Cestaro, Luciano Ragozzino e Stefano Vitale. In esposizione anche due facsimili e relativi commentari di accompagnamento: "Modo di far navigabile il fiume Tevere” della Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana di Roma e “In corpore sano” della biblioteca Medicale Pinali di Padova.

Nel contesto di “Trent’anni di Charta” verrà inoltre presentato il numero zero di Cucina di Charta, il nuovo trimestrale che racconta le radici della nostra cucina attraverso testimonianze storiche senza perdere d’occhio la contemporaneità. Nel numero zero lo sguardo del lettore potrà avventurarsi oltre i consueti orizzonti per arrivare addirittura “in culo mundi” come annotò sul diario di bordo, più di seicento anni fa, un faceto comandante veneziano e scoprire come il naufragio del suo vascello abbia tramutato dei barili di Malvasia in un alimento che oggi è tanto conosciuto quanto apprezzato.

Charta, bimestrale, è pubblicata da NovaCharta, la casa editrice fondata e diretta da Vittoria de Buzzaccarini, con sedi a Venezia (Giudecca) e Padova. Pubblica libri di saggistica e due riviste: Charta e Alumina, trimestrale che dal 2003 propone articoli su antichi codici, biblioteche, sull’arte della miniatura, accompagnati da immagini di rara bellezza. Dal 2007 NovaCharta ha creato Salviamo un Codice, progetto dedicato alla salvaguardia del patrimonio librario italiano e Salviamo una Biblioteca il cui presidente è Stefano Campagnolo, direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma. Con queste iniziative sono stati restaurati e restituiti alle biblioteche di origine 14 antichi codici miniati. 

Prezzo
Gratuito

Raggiungi l’evento

esempio: 06/02/2023
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...
Ora Chiuso

Orari e date

Lun
Chiuso
Mar
Chiuso
Mer
Chiuso
Gio
Chiuso
Ven
10:00-18:00
Sab
10:00-18:00
Dom
10:00-18:00

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.