Dal 05/10/2018 al 19/11/2018
Palazzo Cini

Léon Bakst. Symbol of the Ballets Russes

Galleria di Palazzo Cini

palazzo_cini

Descrizione

Léon Bakst, Symbol of the Ballets Russes
a cura di Natalia Metelitsa e Maria Ida Biggi

Galleria di Palazzo Cini, Dorsoduro 864, Venezia
Inaugurazione giovedì 4 ottobre 2018
dalle 15.00 alle 19.00 (ultimo ingresso ore 18.15)

La mostra Léon Bakst. Symbol of the Ballets Russes, a cura di Natalia Metelitsa e Maria Ida Biggi, ripercorre la carriera del noto artista, scenografo e costumista russo, reso celebre dalle sue innovative creazioni per i Ballets Russes di Sergej Djagilev.
La mostra, risultato di un lavoro congiunto dell’Istituto per il Teatro e il Melodramma e del Museo Statale del Teatro e della Musica di San Pietroburgo, è realizzata in collaborazione con lo CSAR – Centro Studi sulle Arti della Russia dell’Università Ca’ Foscari e si inserisce nell'ambito della Russian Season in Italy, organizzata dal Ministero della Cultura russo per l'anno 2018.

Il percorso espositivo, interamente costruito sui bozzetti e i figurini bakstiani della grande collezione del Museo di San Pietroburgo, esposta in Italia per la prima volta, documenta un ampio arco della produzione artistica di Léon Bakst: partendo dai primi e poco conosciuti lavori, quali Le Coeur de la Marquise di Marius Petipa (1902) e le tragedie Ippolito di Euripide, Edipo a Colono e Antigone di Sofocle (1902-1904), si giunge alle acclamate creazioni realizzate per i Ballets Russes, tra cui Cléopâtre (1909), L’Oiseau de Feu (1910), Carnaval (1910), Narcisse (1911), Le Dieu Bleu (1912), Daphnis et Chloé (1912), che costituiscono il cuore dell’esposizione.

Oltre ai materiali relativi a questi spettacoli, si espongono anche i figurini di opere realizzate principalmente tra il 1910 e il 1911, quali Thaïs, La traviata, Faust, Le Martyre de Saint Sébastien, Manon Lescaut. Completa il percorso una ricca serie di fotografie e costumi originali, supporto fondamentale per la ricostruzione della poliedrica attività dell’acclamato artista.

A integrazione di questi materiali, saranno esposti alcuni rari programmi di sala e delle raccolte iconografiche appartenute al maestro coreografo Aurél M. Milloss, di cui l’Istituto per il Teatro e il Melodramma conserva l’archivio.

La mostra sarà aperta al pubblico al secondo piano della Galleria di Palazzo Cini a San Vio dal 5 ottobre al 19 novembre 2018.

 

Prezzo
A pagamento
Informazioni aggiuntive

Per informazioni
Istituto per il Teatro e il Melodramma
email: teatromelodramma@cini.it
tel: 041 2710236
www.palazzocini.it

Raggiungi l’evento

esempio: 18/10/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Orari e date

Lun
11:00-19:00
Mar
Chiuso
Mer
11:00-19:00
Gio
11:00-19:00
Ven
11:00-19:00
Sab
11:00-19:00
Dom
11:00-19:00
Ora Chiuso

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.