Dal 28/10/2022 al 28/11/2022
CREA Cantieri del Contemporaneo

Il Crepuscolo della Creatura

crepuscolo-creatura

Descrizione

Il 28 Ottobre 2022 apre a Venezia, presso gli spazi di Crea Cantieri del Contemporaneo, la mostra “Il Crepuscolo della Creatura”. La mostra indaga tramite la recente ricerca degli artisti Udo Rein, Lukas Taido e Tatjana Lee la dimensione e l’indole dell’umano essere tra tensioni e sperequazioni sociali, guerra, divisioni e contrasti identitari ma si concentra in egual modo attorno all’altrettanto umano tema del sogno e della trasposizione onirica, tra singolarità e pluralità, sull’ideale in contrapposizione al reale.

Udo Rein, artista multimediale Bavarese, porta un intervento site-specific immaginato ad hoc per lo spazio One Contemporary Art di Crea: Il lavoro, che comprende opere bidimensionali, oli e acrilici su tela e tavola, vede il suo fulcro nell’installazione centrale, laddove l’artista ha ricreato un confine, una frontiera, un check point, includendo tra intrecci di filo spinato e barriere due installazioni video: "EXIT.BABEL" (Collection ZKM - Center for Art and Media Karlsruhe, 2014) del 2008, che intende fornire uno spaccato della vita dei co-prigionieri di Nelson Mandela a Robben Island, e “Walk of Fame” del 2016, una passeggiata con telecamera nascosta nella famigerata favela di Rocinha, nella parte meridionale di Rio de Janeiro. Nello spazio Legno & Legno Lukas Taido e Tatjana Lee dialogano attorno al concetto di sogno.

"REM" è un'installazione audio/video immersiva creata in esclusiva per "Crepusculo de la Creatura" dall'artista tedesco Lukas Taido, residente a Berlino. È composta da un oggetto (un letto di metallo, una biancheria da letto), diversi pezzi di garza di proiezione traslucida, più videoproiettori e piccoli altoparlanti. REM riguarda i sogni, secondo l’artista, mentre tutte le persone che sono sveglie e coscienti in un determinato momento in tutto il mondo, condividono una porzione di un'unica realtà oggettiva, ciascuno dei milioni di persone che dormono e sognano attivamente proprio in quel momento. stesso momento, abitare e sperimentare una realtà parallela completamente diversa (ma soggettivamente non meno “reale”). Il confronto di queste milioni di realtà coesistenti, con la moltitudine di livelli quantistici esistenti in un singolo momento nel tempo è il punto di ricerca al centro dell’opera: la singola persona vive e osserva una di esse, ed è indispensabile e responsabile come creatore per la sua esistenza definibile (come dimostrato attraverso l'esperimento della “meccanica quantistica a doppia fenditura”), esattamente come è indispensabile e responsabile per la creazione e per la “realizzazione” dell’altra relatà, quella del proprio sogno. Pertanto, soprattutto da un punto di vista filosofico, la realtà delle persone sveglie può essere vista come un'unica realtà collettiva, mentre tutti i sogni che si svolgono in quello stesso momento in tutto il mondo, possono essere considerati una miriade di realtà indipendenti (o livelli quantici paralleli). Oltre a ciò, anche da un punto di vista scientifico, tutti possono far parte di più di un livello quantistico o sognare contemporaneamente, ma non essere mai osservatori di più di uno. Le realtà "quantistiche" alternative degli umani che sognano esistenti in parallelo, sono inaccessibili per tutti gli altri, poiché si rivelano semplicemente allo spettatore/sognatore. L'installazione, utilizzando un approccio prettamente artistico a questo concetto, vuole raccontare questa bivalenza e bi-esistenza della “realtà”: una visione interna (astratta) soggettiva dell'oggetto dormiente, utilizzando più immagini proiettate su diversi strati di garza, mentre la vista esterna è rappresentata dall'animato e proiettato, oltre 100.000 dati, ottenuti durante la poligrafia ambulatoriale volontaria relativa al progetto dell'artista, presso il laboratorio ASR della Charite Clinic di Berlino il 19 agosto 2022.
Sempre all’interno delle sale dello spazio Legno & Legno, l’artista Tatjana Lee indaga il momento del sorgere del giorno: L'alba rappresenta spesso un salto nell'ignoto, premonizione di una nuova era. Il crepuscolo che ne deriva gli conferisce qualcosa di magicamente misterioso. Le immagini di Tatjana Lee consentono agli spettatori di immergersi nella propria segretezza, riportandoli alla capacità del pensiero magico dei giorni dell'infanzia, oltre l'orizzonte della propria identità. Come una finestra su un'altra dimensione, un nuovo mondo si rivela al visitatore tramite il suo cellulare. Un meta-contenuto digitale nascosto dà vita ai dipinti tramite l'app di Instagram utilizzando la realtà aumentata.

Il Crepuscolo della Creatrura è il secondo intervento di "Fundamenta", un progetto permanente immaginato e voluto da Crea Cantieri del Contemporaneo in collaborazione con svariate realtà culturali di Monaco di Baviera e Venezia, storicamente luoghi di importantissima innovazione nella storia dell'arte. Thomas Lynsmayer, Pier Paolo Scelsi, e Elmar Zorn saranno a capo di un gruppo di lavoro unico e condiviso, la cui finalità è produrre una ricerca culturale nei due capoluoghi della Baviera e del Veneto, in spazi ideali a raccontare, tramite mostre, talk, performance e concerti, con un’attenzione e un focus speciale sui giovani artisti, la continuità e la ricchezza artistica contemporanea di queste due città. Le fondamenta sono la parte nascosta di un edificio ma che sostiene l'intera struttura, per questo Fundamenta si pone come ritorno un alle origini, alle basi della pratica artistica. Inoltre nel vocabolario veneziano le “fondamenta” sono le arterie pedonali della città, ancorate al fondale della laguna: diretto è il richiamo all'incontro, al commercio e allo scambio culturale che da sempre, nei secoli ha definito e reso ricca e unica la città di Venezia.

“IL CREPUSCOLO DELA CREATURA”
Udo Rein, Lukas Taido, Tatjana Lee
a cura di Pier Paolo Scelsi e Elmar Zorn CREA Cantieri del Contemporaneo
Giudecca, n 252, Venezia 28 ottobre – 28 novembre 2022
Orario di ingresso: 11.00/18.00 martedi/sabato Ingresso libero director@creavenice.com #fondamenta #cantieridelcontemporaneo #crea #crepuscolodellacreatura  

Prezzo
Gratuito

Raggiungi l’evento

esempio: 06/12/2022
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...
Ora Chiuso

Orari e date

Lun
Chiuso
Mar
10:00-18:00
Mer
10:00-18:00
Gio
10:00-18:00
Ven
10:00-18:00
Sab
10:00-18:00
Dom
Chiuso

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.