19/05/2016 Ora 17:00
Biblioteca Nazionale Marciana

La villa del bandito

villa-del-bandito

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Presentazione del libro di Vincenzo Mancini, La villa del bandito Nell’ambito de “Il Maggio dei libri”, la Biblioteca Nazionale Marciana, organizza nella sua sede monumentale la presentazione del volume di Vincenzo Mancini, La villa del Bandito, Vicenza, in edibus, 2015. Saluto di Maurizio Messina, direttore della Biblioteca Nazionale. Interventi di: Marino Zorzi (già direttore della Biblioteca Nazionale Marciana), Claudio Povolo (Università Ca’ Foscari, Venezia). Sarà presente l’autore.

Tra le prime zone interessate dall’espansione del patriziato veneziano nella Terraferma, la Riviera del Brenta può vantare un’impareggiabile densità di dimore signorili e palazzi. Tra quelle lasciate andare in rovina all’inizio del XIX secolo la più misteriosa, intrigante è sicuramente la villa Contarini-Tron e da ultimo Duodo sorta al centro di una lingua di terra nell’acuta svolta del fiume Brenta tra Stra e Dolo nella località di Paluello. Incredibilmente cancellato dalla storia e dalla memoria, il complesso edilizio continua invece a esistere in carte, disegni e documenti d’archivio riscoperti e ricollegati dall’autore in una ricostruzione inedita.

Le sue vicende s’intrecciano con quelle di uno dei proprietari, un patrizio prepotente e violento sottoposto poco dopo la metà del Seicento a condanna e bando dal Consiglio di Dieci a causa di un brutale quanto oscuro assassinio perpetrato tra le calli veneziane. La fosca trama del caso criminale ha suggerito all’autore un originale esperimento letterario che unisce un classico saggio scientifico e un bozzetto narrativo, nel quale sono fatti rivivere e recitare personaggi e caratteri balzati fuori a tutto tondo dalla documentazione storica. Ecco entrare in scena bravi, meretrici, spie, frati gaudenti, bounty killer, monache e altri pittoreschi rappresentanti della società secentesca a Venezia e nei domini della Serenissima. Il meccanismo narrativo non è diverso da quello di un moderno romanzo storico in forma di giallo con in più l’autenticità del dato archivistico.


 

Informazioni aggiuntive

Biglietto: entrata libera fino ad esaurimento posti

Raggiungi l’evento

esempio: 15/11/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.