17/05/2016 Ora 17:30
Casa di Carlo Goldoni

Il palcoscenico del Risorgimento.

1866-2016, 150 anni dell'annessione di Venezia al Regno d'Italia.

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Il teatro, quale luogo per antonomasia dove la comunità si incontra e si riconosce, ha rivestito da sempre all'interno della società un'importanza notevole, capace addirittura di informare e influenzare molto più dei dogmi religiosi o dei trattati di storia economica, sociale e politica.

I momenti più significativi della storia teatrale sono proprio quelli nei quali davanti e attorno al palcoscenico si raccoglie la collettività intera in tutte le sue componenti, dando vita ad una reciprocità di causa ed effetto con gli avvenimenti sociali del momento.

Anche in quell'epoca travagliata ma gloriosa che vide il Risorgimento italiano il teatro svolse un compito nazionale decisamente fondamentale, attraverso la fioritura di drammi eroico-patriottici che, con le allusioni, gli accenni all'amor patrio, alla libertà e a un non lontano giorno della riscossa, erano il veicolo perfetto per infiammare i cittadini alla lotta per l'Indipendenza.

Sia il teatro di prosa che quello d'opera ne erano coinvolti, basti solo pensare al celebre acrostico Viva Verdi! per Viva Vittorio Emanuele Re d'Italia!

In ciò ha un peso rilevante anche la levatura degli attori che popolano la scena italiana, alcuni dei quali, Gustavo Modena e Tommaso Salvini ad esempio, partecipano attivamente ai Moti, pagando la loro scelta con la persecuzione e l'esilio ma accrescendo con il loro esempio la forte sinergia fra teatro e società. Con la riscoperta identità nazionale il teatro italiano si affranca inoltre dalla supremazia della drammaturgia d'Oltralpe così lontana per temi e caratteri dal nostro spirito e decide di riappropriarsi della propria peculiarità con una produzione affine in ogni elemento alla realtà storica e al carattere nazionali.

Conseguenza di questo nuovo principio è anche il riaffacciarsi sulle scene del teatro dialettale, ancora più vicino al cuore, all'anima e alla nuova consapevolezza del pubblico, che risponde con l'entusiasmo e il calore che ancora oggi accompagnano questo teatro e i suoi protagonisti.

Raggiungi l’evento

esempio: 17/11/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.