O'e

... a premando, a stagando, de longo

gondola_venezia

Siamo convinti che sia indispensabile fare ‘manutenzione’ anche del nostro patrimonio immateriale.

Iniziamo dalle parole e dalle voci che accompagnano la quotidianità di Venezia:

  • O’e - è il grido tipico di chi conduce una gondola o una barca a remi nei canali e nei rii della Laguna. È un segnale che serve ad avvertire le altre imbarcazioni della propria presenza. Se si è in procinto di impegnare una manovra verso sinistra il grido diventa: O’e a premando, verso destra: O’e a stagando, se si procede dritti ma si sta incrociando un altro rio: O’e de longo.

  • La Siada - è una manovra di arresto, utile in fase di ormeggio e se si deve curvare in poco spazio o evitare collisioni. Si effettua ponendo il remo davanti alla forcola, fuori dal morso che è lo scalmo dove poggia di solito.

 

  • Dar Zo - così viene chiamato il movimento in cui si fa leva con il remo sul bordo della barcaQuesta manovra serve per spostarsi da fermi o per allontanarsi da una riva, facendo in modo che il remo diventi un perno a cui appoggiarsi per piccole rotazioni dell’imbarcazione.

 

  • Tirar Acqua - anche questa manovra si effettua da fermi immergendo il remo in verticale e compiendo piccoli cerchi nell’acqua, 'tirando' con le due mani per indurre delle oscillazioni laterali che agevolano lo spostamento.

 

  • Maonar - è la tipica vogata utilizzata per muoversi nei canali strettiIn questo caso il remo, con la pala rivolta verso poppa, viene mosso con movimenti corti e oscillanti.

  • Vogar Indrio - è la manovra che si attua per tornare indietro quando non c’è spazio per girare la poppa. In questo caso il remo va posizionato tra la sanca (la parte interna del 'comio' cioé gomito) e il morso della forcola. In alcune imbarcazioni più grandi (tipo i bragozzi) viene montata una forcola speciale detta 'mitria' che rende più agevole la vogata all'indietro.

Image copyright by Gunther H.G. Geick

Venezia è fatta per essere ammirata dall'acqua, ancora meglio se con un suggestivo giro in gondola.

Abbiamo scelto per voi queste proposte:

Tradizionale giro in gondola: alla scoperta di alcune zone inedite e non molto conosciute di una delle città più incantevoli al mondo, per ammirare maestosi capolavori architettonici affacciati sull'acqua ed un fitto succedersi di ponti e scorci dall'inedita visuale.
Serenata in gondola: un regalo che vi permetterà di vivere un'esperienza unica di immersione nell'antica tradizione veneziana: un tuffo nel passato di questa incantevole città romantica.
Tour privato in gondola: tra suggestivi canali e scorci non molto conosciuti per ammirare dall'esterno alcuni dei più caratteristici palazzi di Venezia a bordo di una gondola privata.

 

Fonti: Germano da Preda, L'arzanà 

foto: Archivio T. Filippi

 

Booking.com

Sponsorizzato da

Please wait...

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.