From 20 Apr 2016 to 27 Apr 2016
Teatrino di Palazzo Grassi

Sollevamenti

Seminari di Georges Didi-Huberman

Save the date

Enter your e-mail address in order to be notified before the event.

Description

Le immagini urtano tra loro affinché sorgano delle parole, le parole urtano tra loro affinché sorgano delle immagini, le immagini e le parole urtano tra loro affinché il pensiero abbia luogo visivamente (Georges Didi-Huberman)

Filosofo e teorico dell’arte attento alle problematiche più cruciali dell'estetica, Georges Didi-Huberman, una tra le voci più autorevoli della storia dell’arte contemporanea e fresco vincitore del prestigioso Prix Adorno, sarà Visiting Professor all’Università Iuav nel semestre in corso, presso il Dipartimento di Culture del Progetto. Teorico dell’arte tra i più riconosciuti a livello internazionale, Didi-Huberman ha sviluppato una parte importante della sua riflessione attraverso la concezione di esposizioni e installazioni, forme di articolazione visiva del pensiero che rendono il suo lavoro cruciale per le discipline del progetto.

Durante quattro conferenze pubbliche in italiano – in collaborazione con il Teatrino di Palazzo Grassi – egli discuterà le premesse teoriche della mostra in preparazione al Jeu de Paume di Parigi per l’autunno 2016 sul tema Soulèvements / Sollevamenti. Esplorando il rapporto tra i moti passionali della ‘sollevazione’ e quelli gestuali e spaziali del ‘sollevamento’ ci si interrogherà sulla forza inerente al desiderio di sollevarsi e sulla messa in forma che tale forza esige. Didi-Huberman continua così il suo percorso di riflessione sul cruciale rapporto tra immagine e politica.

Il seminario è promosso da: Dipartimento di Culture del progetto Iuav Scuola di dottorato Iuav Unità di ricerca LABIM - Laboratorio di teoria delle immagini Corso di Semiotica e teoria delle immagini Palazzo Grassi – Punta della Dogana
 

Informazioni aggiuntive

Ingresso libero fino a esaurimento posti
Traduzione in italiano a cura di Carla Toffolo

Georges Didi-Huberman, filosofo e storico dell’arte francese (n. Saint-Étienne 1953), insegna all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales - EHESS di Parigi. Ha pubblicato lavori sulla storia e la teoria delle immagini in un vasto campo d’interessi che va dal Rinascimento all’arte contemporanea. La sua ricerca attraversa i campi delle arti visive, dell’antropologia e della semiotica delle immagini, della psicoanalisi e della filosofia. Le sue indagini sulle operazioni della psicoanalisi per lo studio delle immagini, in particolare sul concetto di sintomo, ampliano in modo significativo le metodologie della storia dell’arte e la stessa concezione di ‘storicità’. Didi-Huberman ha insegnato in diverse università straniere (Johns Hopkins, Berkeley, Berlino) e diretto diverse esposizioni, tra le quali l’Empreinte al Centro Georges Pompidou (Parigi, 1997). Tra i suoi lavori tradotti in italiano: Come le lucciole. Una politica della sopravvivenza (Bollati Boringhieri 2010); L'immagine aperta (Bruno Mondadori 2008); Storia dell’arte e anacronismo delle immagini (Bollati Boringhieri 2007); L'immagine insepolta. Aby Warburg e la memoria dei fantasmi (Bollati Boringhieri 2006); Immagini malgrado tutto (Cortina 2005). Ha ricevuto nel 2015 il Premio Theodor W. Adorno, riconoscimento internazionale che premia i contributi eccezionali nei campi della filosofia, della musica, del teatro e del cinema e che ha visto insigniti – tra gli altri – anche Judith Butler, Norbert Elias, Jürgen Habermas, Jacques Derrida, Pierre Boulez, Jean-Luc Godard.

Reach the event

E.g., 29/01/2023
Booking.com

Sponsorizzato da

Please wait...

Show dates details

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.