From 16 Nov 2023 to 04 Apr 2024
Parco della Bissuola

In piedi – il potere delle parole

teatro-parco

Save the date

Enter your e-mail address in order to be notified before the event.

Description

Otto spettacoli dal 30 novembre al 4 aprile per la seconda edizione di

In piedi – il potere delle parole

I più innovativi e irriverenti autori della scena contemporanea tra satira, invettiva e narrazione

Annagaia Marchioro – Pourparler (30 novembre)

I Sansoni – Sogno a tempo determinato (14 dicembre)

Chiara Becchimanzi – Terapia di gruppo (26 gennaio)

Filippo Giardina – Cabaret (8 febbraio)

Daniele Fabbri – Verità comode (22 febbraio)

Yoko Yamada – Mary Poppins e i doni della morte (7 marzo)

Daniele Gattano – Male male (21 marzo)

Laura Formenti – Drama queen (4 aprile)

Evento speciale di apertura il 16 novembre con il poeta Andrew Faber in Ti passo a perdere

“IN PIEDI”, AL TEATRO DEL PARCO DI MESTRE TORNA LA RASSEGNA DI STAND-UP COMEDY CON I NUOVI COMICI

Dopo il successo della prima edizione, torna al Teatro del parco di Mestre “In piedi – Il potere delle parole”, la rassegna di stand-up comedy proposta dal Settore Cultura del Comune di Venezia in collaborazione con Dalvivo Eventi.

Otto spettacoli dal 30 novembre al 4 aprile con alcuni tra i nuovi comici italiani più innovativi, corrosivi e originali, in scena con le loro nuove produzioni: Annagaia Marchioro con Pourparler (30 novembre), I Sansoni in Sogno a tempo determinato (14 dicembre), Chiara Becchimanzi con Terapia di gruppo (26 gennaio), Filippo Giardina con Cabaret (8 febbraio), Daniele Fabbri in Verità comode (22 febbraio), Yoko Yamada con lo spettacolo Mary Poppins e i doni della morte (7 marzo), Daniele Gattano in Male male (21 marzo) e Laura Formenti con Drama queen (4 aprile).

E a proposito di parole, saranno quelle dolci, ma non per questo meno dirette e incisive, del poeta e musicista Andrew Faber ad aprire la rassegna con un evento speciale il 16 novembre. Faber presenterà Ti passo a perdere, un incontro tra versi eleganti, racconti, riflessioni e note, in tour nei teatri italiani.

Le composizioni di Andrew Faber arrivano dirette al cuore e indagano l’intimo. Una poesia terapeutica, fatta di parole cariche di emotività interiore, sensibilità acuta e delicata che raccontano momenti personali e quotidiani. Un invito a riscoprire e a coltivare la bellezza delle piccole cose, per tornare a meravigliarsi e a inebriarsi di sentimenti puri e belli.

IL POTERE ALLA PAROLA

“In piedi” perché gli artisti reciteranno rigorosamente… in piedi, microfono e voce, senza effetti speciali e trovate sceniche: il modo migliore per lasciare spazio alla vera protagonista, la parola.

Tra satira, narrazione, invettiva e stand-up comedy, gli ospiti ci faranno ridere e divertire, e riflettere sul valore, gli usi e le infinite potenzialità della parola declinata nelle sue varie forme: personale, sociale, storica, politica.

“Il potere delle parole”: il potere delle parole è infinito e (s)travolgente. Una parola può cambiare il corso di un evento, una situazione, un sentimento, ma anche la nostra vita e il nostro modo di essere. Può denunciare scomode verità o mettere tutto a tacere. È carezza o pallottola, spesso arma impropria che bisogna saper maneggiare con cura e attenzione.

I protagonisti della rassegna, veri funamboli della parola e giocolieri della fantasia, sfrontati e corrosivi, attraverso l’ironia ci porteranno a porci domande, a confrontarci su temi e problemi quanto mai attuali, a riflettere sul nostro presente e sul nostro futuro senza pregiudizi.

Tutti gli spettacoli iniziano alle 21.00.

Biglietti:

Filippo Giardina e I Sansoni € 25;

Annagaia Marchioro e Daniele Fabbri € 20;

Chiara Becchimanzi, Yoko Yamada, Daniele Gattano, Laura Formenti e Andrew Faber € 15;

I biglietti (posto unico numerato) sono in vendita sui circuiti Vivaticket e TicketOne (elenco punti vendita su www.dalvivoeventi.it).

Info su www.culturavenezia.it/toniolo

IL PROGRAMMA

Apre giovedì 30 novembre Annagaia Marchioro con Pourparler, un viaggio alla scoperta del potere delle parole, che possono essere finestre oppure muri, possono aprire mondi o tenerci prigionieri. Uno spettacolo teatrale che si ispira alla stand-up americana, declinandola in una modalità personalissima. In scena un microfono e un’attrice che si moltiplica in mille personaggi, ironici, sagaci e pungenti, nel tentativo di costruire un’indagine comico-scientifica sulla grande potenza del linguaggio. Ne deriva un lavoro in continua trasformazione, che a ogni replica aggiunge parole e storie nuove.

Il 14 dicembre I Sansoni con Sogni a tempo determinato entrano nel mondo delle nuove generazioni che hanno perso la voglia di sognare. Di chi è la colpa? Basta chiederlo ai sogni più famosi: l’astronauta e il calciatore. In scena tutti gli stereotipi dei giovani sull’amore, sul lavoro, sulla società, sulla politica; per interrogarsi sul futuro, cercando una risposta concreta alla domanda più difficile: i ragazzi di oggi possono uscire da questo “sogno a tempo determinato”?

Giovedì 26 gennaio Chiara Becchimanzi coinvolge gli spettatori in una Terapia di gruppo, un flusso di coscienza inarrestabile ed esilarante per esplorare le idiosincrasie vecchie e nuove, gli stereotipi indistruttibili e quelli di cui dovremmo vergognarci, il politicamente corretto, le paure del contagio e il contagio delle paure. In forma di terapia di gruppo, ovviamente, con il pubblico che sarà sempre coinvolto in prima persona, tanto da determinare la direzione che prenderà il discorso.

Il 8 febbraio Filippo Giardina presenta Cabaret: fra i più amati (e odiati) stand-up comedian italiani, Giardina torna nei teatri con il suo undicesimo monologo satirico, uno spettacolo comico, coraggioso, trasgressivo, scorretto, che ha come fine ultimo l’alleggerire il pubblico dal peso del nostro tempo. Cabaret smaschera un essere umano sempre più solo nel proprio delirio egoico, Cabaret è un viaggio paradossale tra passato, presente e futuro, tra cattiverie gratuite e ingiustizie lessicali, Cabaret è un monologo di stand-up comedy che vuole prendere le distanze dalla comicità improvvisata per rivendicare l’appartenenza alla tradizione della letteratura orale.

Giovedì 22 febbraio Daniele Fabbri invece denuncia apertamente le Verità comode, quella smania di schierarci sempre dalla parte "giusta" che ci fa vivere in una realtà polarizzata, che non corrisponde a verità. Va bene "ridere ma anche pensare", solo che pensare troppo rende infelici. Il cioccolato fa ingrassare, però fa anche bene ai denti. Ascoltare musica ad alto volume può rendere una persona più felice e rilassata. I gatti fanno allergia, ma allontanano la depressione e aiutano a conciliare il sonno. Tutte cose che Daniele non sapeva, prima di compiere 40 anni.

Mary Poppins e i doni della morte: sotto questo titolo si cela il nuovo monologo di Yoko Yamada, pronta il 7 marzo a riportare sul palco tutta la sua ironia in uno spettacolo che affronta temi come le tentazioni, il lavoro, i cartoni animati e la paura. Paura di tentare. Perché mica puoi fallire se non ci provi, giusto? Un’evoluzione quasi naturale del percorso artistico tracciato con lo spettacolo precedente Pizza sul gelato, ma dalla dimensione meno familiare e più personale e intima.

Le cose oggi vanno davvero Male male? Giovedì 21 marzo ce lo spiega Daniele Gattano: è lo sfogo di un trentenne non troppo entusiasta della vita, per lo meno della sua. Lo spettacolo parla di sesso, povertà, sesso, suicidio, sesso, omosessualità, sesso, lavoro, sesso. “Non c’è così tanto sesso nello spettacolo ma chi ne capisce di marketing mi ha consigliato di scriverlo più volte perché attira di più l’attenzione del pubblico che venendolo a vedere poi dice: ‘no va beh, troppo vero! Anche io! Successo pure a me!’. E ride.

Chiude il cartellone di “In piedi”, giovedì 4 aprile, Laura Formenti con Drama queen: un dramma lungo una vita raccontato in un esilarante monologo, fatto di sogni visti come fallimenti dai genitori, timidezza patologica, soldi che non bastano mai, lavori precari, letti a soppalco e amori… quale amori? Ma di cosa rideremmo se non ci fossero i drammi? Tagliando tutte le parti noiose, quello che resta delle nostre vite sono risate e tragedie. Tagliando le tragedie, solo le risate

TEATRO DEL PARCO – MESTRE

INPIEDI 2023.24

Giovedì 16 novembre 2023 ore 21

ANDREW FABER in TI PASSO A PERDERE

posto unico numerato € 15                                              

Giovedì 30 novembre 2023 ore 21

ANNAGAIA MARCHIORO in POURPARLER

posto unico numerato € 20

giovedì 14 dicembre 2023 ore 21

I SANSONI in SOGNO A TEMPO DETERMINATO

posto unico numerato € 25

giovedì 26 gennaio 2024 ore 21

CHIARA BECCHIMANZI in TERAPIA DI GRUPPO

posto unico numerato € 15

giovedì 8 febbraio 2024 ore 21

FILIPPO GIARDINA in CABARET

posto unico numerato € 25

giovedì 22 febbraio 2024 ore 21

DANIELE FABBRI in VERITÀ COMODE

posto unico numerato € 20

giovedì 07 marzo 2024 ore 21

YOKO YAMADA in MARY POPPINS E I DONI DELLA MORTE

posto unico numerato € 15

giovedì 21 marzo 2024 ore 21

DANIELE GATTANO in MALE MALE

posto unico numerato € 15

giovedì 4 aprile 2024 ore 21

LAURA FORMENTI in DRAMA QUEEN

posto unico numerato € 15

 

Prezzo

Reach the event

E.g., 13/06/2024
Booking.com

Sponsorizzato da

Please wait...

Show dates details

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.