04/11/2015 Ora 09:30
Fondazione Giorgio Cini

Daniele Barbaro. Architetto del sapere

Giornata di studi

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Nell’ambito delle attività promosse dal Comitato regionale per le celebrazioni dei 500 anni dalla nascita di Daniele Barbaro (1514-1570), l’Istituto di Storia dell’Arte organizza una giornata di studi dedicata a quello che fu probabilmente il più rilevante umanista nella Venezia di medio Cinquecento.

Tra gli eventi celebrativi del quinto centenario della nascita di Daniele Barbaro (1514-1570), la suggestiva mostra allestita al secondo piano di Palazzo Cini con opere pittoriche di Tiziano e Veronese aperta fino al 15 novembre 2015.

L’incontro di studio e divulgazione si propone di illustrare in molti dei suoi aspetti l’attività culturale del poliedrico intellettuale, tra i maggiori e più influenti della Venezia cinquecentesca.

Gli studiosi e specialisti di fama internazionale che si avvicenderanno sul palco dei relatori nella giornata avranno modo di prendere in esame e far conoscere aspetti noti e meno dell’arte, della letteratura e della scienza veneziana del tempo attraverso la figura del patrizio. Sarà illustrata la sua produzione trattatistica con particolare riguardo allo studio di Vitruvio e alla scienza della prospettiva; il suo ruolo nello sviluppo dell’architettura classica veneziana in stretta comunanza di idee con Andrea Palladio; la sua attività di iconografo e mecenate, oltre che di scopritore di talenti come Paolo Veronese. Si parlerà inoltre della figura storica di Barbaro, diplomatico e Patriarca di Aquileia, tra i protagonisti del Concilio di Trento.

La giornata di studi si propone di promuovere non solo un complessivo riesame della problematica relativa ai rapporti tra Daniele e il fratello Marcantonio con gli architetti e gli artisti del loro tempo, sia dal punto di vista dell’infl uenza culturale che del patronage, ma in tale occasione la figura dell’intellettuale veneziano verrà anche analizzata dalle molteplici angolazioni caratteristiche del suo operato. E, dunque, dal suo ruolo di ideologo e promotore delle arti ai diversi contributi teorici e pratici apportati da Barbaro nel contesto della scienza rinascimentale – come la formalizzazione su base matematico geometrica della prospettiva, il perfezionamento della camera oscura e le relative applicazioni pratiche, la costruzione delle meridiane solari e degli strumenti per i rilievi topografici e astronomici – fino al contributo da lui offerto nel campo della teoria musicale.

Raggiungi l’evento

esempio: 20/07/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.