14/09/2020 Ora 17:30
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Sotto il segno del Mose. Venezia 1966 - 2020

ateneo_veneto

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

LUNEDÌ 14 SETTEMBRE 2020 - 17:30 – AULA MAGNA

PROGRAMMA ACCADEMICO

Presentazione del volume
Sotto il segno del Mose. Venezia 1966 - 2020
a cura di Giovanni Benzoni e Salvatore Scaglione (Venezia, La Toletta edizioni 2020)
Giorgio Leandro e Tiziano Scarpa conversano con i curatori

Questo libro vuole essere un supporto alla memoria civile. I curatori ricostruiscono genesi e storia del Mose, un’opera dalla funzione ancora incerta ma dal sicuro sperpero di denaro pubblico, certificato anche dalle inchieste della Magistratura. Il sistema di dighe mobili è stato progettato, realizzato e controllato dal Consorzio Venezia Nuova col proposito di difendere Venezia dalle acque alte, ma gli uomini del Consorzio hanno ignorato, per oltre vent’anni, i consolidati principi e le storiche prassi che per secoli avevano improntato gli interventi di Venezia per governare la sua laguna.
Alla realizzazione del volume hanno collaborato: Stefano Boato, Maurizio Calligaro, Armando Danella, Cesare De Piccoli, Cristiano Gasparetto, Carlo Giacomini, Giorgio Leandro, Franco Migliorini, Alberto Pellegrinotti, Leopoldo Pietragnoli, Maurizio Reberschak, Marco Rugen, Antonio Rusconi, Giuseppe Tattara, Carlo Urbani, Alberto Vitucci.

Giovanni Benzoni, insegnante; ha partecipato all’amministrazione comunale di Venezia nelle giunte di sinistra. È stato presidente della Casa dell’ospitalità per diciannove anni e per tre anni dell’Accademia di Belle Arti.
Salvatore Scaglione, insegnante, giornalista pubblicista. Ha scritto Palermo, Italia (Roma 1994), e Dossier referendum Venezia-Mestre (Venezia 1979). Con Emilio Rosini ha condotto la trasmissione radiofonica «Il naso di Pinocchio». Insieme hanno scritto Dossier Comune. Interviste sulla Giunta a Venezia (Venezia 1980). Autore con Gianfranco Bettin e Paolo Cacciari d Venezia derubata. Idee e fatti di un ventennio 1973-1993 (Roma 1993).

PROCEDURE ANTI-COVID:
per garantire al pubblico la partecipazione in piena sicurezza, l'incontro si svolge in Aula Magna, che in questo periodo ha capienza limitata a 70 posti.
Si può accedere alla sala già 45 minuti prima dell'evento. L'ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
È obbligatorio l'uso della mascherina e sarà rilevata la temperatura all'ingresso.
I partecipanti dovranno compilare il foglio di registrazione.
L'evento sarà ripreso integralmente e poi sarà visibile sul canale Youtube dell'Ateneo Veneto.

 

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 27/10/2020
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.