Dal 02/10/2023 al 06/09/2023
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Ottobre all'Ateneo Veneto

doge-ateneo

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Vajont sessant’anni dopo – La montagna nel bicchiere
Lunedì 02 Ottobre 2023 18:00 - Aula Magna

Programma accademico

Spettacolo
La montagna nel bicchiere

con Edoardo Pittalis (voce narrante)
Gualtiero Bertelli (voce, chitarra, fisarmonica)
Simone “Cimo” Nogarin (voce, chitarra, effetti)

Saluto di Antonella Magaraggia, Presidente Ateneo Veneto

Lo spettacolo è il racconto della notte del 9 ottobre 1963, quando una frana precipitò nell’invaso della diga del Vajont cancellando interi paesi, provocando quasi duemila morti, cambiando per sempre la storia di una valle.
Il giornalista Edoardo Pittalis, accompagnato dai musicisti Gualtiero Bertelli e Cimo Nogarin, racconta cosa accadde, chi c’era e chi non c’è più, le colpe e cosa è rimasto, ripercorrendo la storia sulle cronache di allora e sulla memoria di oggi. Parole, canzoni, musiche e immagini per non dimenticare. E la voce del coro dei bambini di Longarone del 1963, trovata in una cassetta di latta che ha resistito al fango. Voci incise su un vecchio magnetofono. Quasi tutti quei bambini sono morti la notte del 9 ottobre.
Quella del Vajont è stata una tragedia annunciata, di cui le colpe non sono da attribuire al destino, ma all’avidità degli uomini, agli interessi talmente grandi da nascondere per anni responsabilità e complicità. Una sentenza attesa per decenni ha reso poi, in qualche modo, giustizia.

Venezia, l’Antartide, il clima, l’ambiente
Mercoledì 04 Ottobre 2023 16:30 - Aula Magna

Programma accademico

Ateneo Veneto, Atena Veneto, Ordine Ingegneri Provincia di Venezia, Fondazione Ingegneri Veneziani, Istituto Scienze Polari, Università Ca’ Foscari Venezia, Atena, The International Propeller Club Port of Venice, Venice Marittime School

Conferenza
Antartide e Venezia. Dall’Antartide una storia sull’ambiente e sul clima, il contributo veneziano

Introduzione e saluti
Antonella Magaraggia, Presidente Ateneo Veneto
Walter Prendin, Presidente Atena Veneto

– Oltre trent’anni di ricerca veneziana in Antartide
Marco Vecchiato, Ricercatore CNR-ISP

– Lo studio dell’atmosfera: il nesso fra aree urbane e regioni polari
Elena Barbato, Ricercatrice CNR-ISP

– Un medico nelle due basi italiane in Antartide
Elvio Lazzarini, ex dirigente medico UOC chirurgia generale presidio ospedaliero di Cittadella, AULSS 6 Euganea

–  SARA un Sottomarino Autonomo per Ricerche in Antartide
Walter Prendin, ex vicepresidente Tecnomare S.p.A.- progetti di robotica e spazio

– Discussione

Ricostruire Longarone
Vajont sessant’anni dopo – Ricostruire Longarone
Giovedì 05 Ottobre 2023 17:30 - Sala Lettura

Programma accademico

Presentazione del libro

Ricostruire Longarone. I piani e le architetture 1963 – 1972
a cura di Guido Zucconi (Cinisello Balsamo, Silvana Editoriale 2023)

Interventi di: Antonella Magaraggia, Presidente Ateneo Veneto
Benno Albrecht, Rettore Università IUAV Venezia
Roberto Padrin, Sindaco Comune Longarone
Elena De Bona, Assessore urbanistica, Comune di Longarone
Serena Maffioletti, coordinatrice scientifica Archivio Progetti Università IUAV Venezia
Paolo Possamai, direttore Nordest Economia
Erilde Terenzoni, già Soprintendente Archivistico per il Veneto e per il Trentino-Alto Adige
Coordina Guido Zucconi, curatore del volume

Il volume nasce per iniziativa dell’Università IUAV di Venezia, cui fu assegnato l’intero programma di ricostruzione del Longaronese dopo la catastrofe del Vajont e a cui oggi, attraverso l’Archivio Progetti, è affidata la conservazione della quasi totalità dei materiali relativi alla prima fase degli interventi.
Grazie a questa coincidenza, la stessa istituzione compare come oggetto della descrizione e come soggetto protagonista; entra in queste pagine sia come custode delle testimonianze disegnate, sia come punto d’osservazione privilegiato per descrivere il periodo compreso tra il 1963 e il 1972. All’opera di Giuseppe Samonà e dei suoi collaboratori, si sono poi aggiunti i contributi di Gianni Avon/Francesco Tentori ed infine di Edoardo Gellner, i cui fondi sono anch’essi depositati presso l’Archivio Progetti.
A Longarone, nel settembre del 2023, è stata aperta una mostra che accompagna questa raccolta di saggi.

Tintoretto Doge Girolamo Priuli
Stefano Scalettaris racconta storie di Dogi e di potere
Venerdì 06 Ottobre 2023 18:00 - Aula Magna

Programma accademico

Conferenza

Ritratti di Dogi e storie di potere

Un racconto con immagini di Stefano Scalettaris 

Saluto di Antonella Magaraggia, Presidente Ateneo Veneto

Un racconto di storie ed aneddoti sui Dogi partendo, ove possibile, dai ritratti che di loro realizzarono i più importanti artisti dell’epoca. Santi e strozzini, letterati ed analfabeti; grandi condottieri ed inabili alle armi. Tra di essi un giocatore di carte, il possessore dell’elisir di lunga vita; un grande gourmet ed un incallito bevitore, e poi l’ideatore del primo lockdown della storia. Stefano Scalettaris ci racconterà del cuore di Francesco Erizzo e della moglie di Paolo Renier, e di come non tutti i Dogi riposano in pace…

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 14/06/2024
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.