Dal 05/11/2018 al 09/11/2018
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Novembre all'Ateneo Veneto

ateneo_veneto

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Lunedì 05 Novembre 2018/ore 11.00
Aula Magna
CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA
Presentazione del volume

Lo zaino della memoria. La Prima Guerra Mondiale raccontata ai ragazzi
di Daniela Cirillo, Gianpaola Costabile e Maria Scialò
(Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane 2018)

Saluto dell’assessore regionale all'istruzione Elena Donazzan
Coordina Franco Ferrari, Ateneo Veneto
Interventi di Daniela Cirillo, Gianpaola Costabile, Daniele Girardini, Gerolamo Lanfranchi
Letture a cura di Alessandra Prato e Gianni Moi

Un libro, una storia, per rivivere momenti della nostra Storia che non devono essere dimenticati mai. Una mattinata dedicata ai ragazzi nell'anniversario della firma dell'armistizio di Villa Giusti che segnò la fine della Prima Guerra Mondiale. "Lo zaino della memoria", realizzato da tre appassionate docenti, si pone come obiettivo quello di far riscoprire tutto il dramma umano della guerra ai giovani e suscitare in loro il desiderio di approfondire, conoscere e mantenere la memoria dei tanti italiani che hanno sacrificato la loro giovane vita per darci un’Italia migliore, spiegando in modo accattivante, ma con compiuto rigore scientifico, cosa è stata la vita di trincea, per sviluppare negli studenti competenze storiche e di cittadinanza attiva e il senso di appartenenza ad uno Stato che ha posto le sue fondamenta in queste drammatiche vicende vissute dai giovani fanti al fronte tra il 1915 e il 1918.

Lunedì 05 Novembre 2018/ore 17.00
Aula Magna
CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA

Il cinema e la Grande Guerra
Proiezione della versione restaurata del film muto
J'Accuse
regia di Abel Gance (166', 1919)
Introduzione e commento di Giuseppe Ghigi

Un capolavoro del cinema pacifista e antimilitarista, realizzato solo un anno dopo la fine della Prima Guerra Mondiale. Il regista Abel Gance prende spunto dal titolo del celebre libro di Émile Zola per realizzare una pellicola che denuncia tutti gli orrori della Grande Guerra. J’accuse narra la storia di due uomini legati alla stessa donna: uno ne è il marito, l'altro l'amante. Nella vita i due si odiano ma il destino li unisce al fronte e tra i due nasce un forte legame di amicizia. Ma la guerra distruggerà ogni cosa. 

Lunedì 05 Novembre 2018/ore 18.00
Sala Tommaseo
Presentazione del volume

Quando si spense la notte. Il principe di Trabia, la spia che non voleva la guerra
di Ottavia Casagrande (Milano, Feltrinelli 2018)

Introduce Gianpaolo Scarante
Gaspare Battistuzzo Cremonini, Raimonda Lanza di Trabia, Marino Zorzi conversano con l'autrice

Ottavia Casagrande ci racconta in questo libro un nuovo capitolo dell'avventurosa esistenza del principe siciliano Raimondo Lanza di Trabia. Grazie all’inedita testimonianza della figlia di una dei protagonisti di questa intricata vicenda, e all’accurata ricerca su documenti d’epoca, l'autrice ricostruisce i nove mesi che dall’inizio della guerra portarono all’ingresso dell’Italia nel secondo conflitto mondiale. Per farlo, prende ancora una volta come punto di riferimento il nonno materno, Raimondo Lanza di Trabia, uomo irripetibile, innamorato della vita e sedotto dalla morte: è a lui infatti che, nel 1939, Galeazzo Ciano decide di affidare la "missione impossibile" di tenere l'Italia lontana dal conflitto mondiale.

Martedì 06 Novembre 2018/ore 17.00
Sala Lettura
INCONTRI DI LINGUA E CULTURA INGLESI
a cura di Lucio Sponza

ATTENZIONE: CAMBIAMENTO DI ORARIO !

Su richiesta dei partecipanti, l'orario di inizio degli incontri di lingua e cultura inglesi viene anticipato di mezz'ora

Da martedì 6 novembre 2018 dunque le conversations si terranno in Sala Lettura dell'Ateneo Veneto dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

Gli incontri - a cadenza settimanale - sono riservati ai Soci e agli iscritti all’Albo speciale degli Amici dell’Ateneo Veneto.

Martedì 06 Novembre 2018/ore 17.30
Sala Tommaseo
Presentazione del volume

Collezioni librarie in una capitale d'antico regime. Venezia secoli XVI - XVIII
di Antonella Barzazi
(Roma, Edizioni di storia e letteratura 2017)

Paola Molino e Alfredo Viggiano conversano con l’autrice

Il volume indaga l’evoluzione del fitto tessuto di biblioteche veneziane dal tardo ’500 fino alla fine del XVIII secolo. Se inizialmente gli interessi culturali e le aspirazioni religiose alimentate dal clima della Controriforma contribuiscono a uno slancio assecondato dall’inserimento della capitale nei circuiti del commercio librario internazionale, nel pieno ’600 il sistema va incontro a una graduale disgregazione, complici la crisi politica della Repubblica e il declino delle strutture periferiche degli ordini religiosi. Nel corso del XVIII secolo invece, le sale conventuali e quelle delle dimore patrizie saranno luoghi d’incontro e scambio largamente aperti al pubblico.

Martedì 06 Novembre 2018/ore 18.00
Aula Magna
Ateneo Veneto, Associazione Culturale Musica Venezia
CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA

Cafè Chantant: 1915-1918
di Roberta Reeder e Adriano Iurissevich

da un’idea di Carlo Montanaro

Con la partecipazione di Gerardo Balestrieri, Paola Fernandez dell’Erba

Spettacolo multimediale sulla Prima Guerra Mondiale fatto di  narrazione, poesie, musica, arte e film con un focus sull'esperienza italiana. Mettendo in connessione il mondo  del Cafè-Chantant  con quello della Grande Guerra, lo spettacolo ripercorre l'evoluzione del conflitto: dalla dichiarazione di Filippo Tommaso Marinetti su  "La  Guerra  sola  igiene  del  mondo!"  e dalla sua esaltazione nel discorso di  Gabriele D'Annunzio,  alla cruda verità sugli orrori e le devastazioni causati  dal conflitto.
Un recital con canzoni  eseguite da  Gerardo  Balestrieri  e  Paola Fernandez  dell'Erba,  le macchiette di Petrolini  interpretate da Michele  Guidi,  e  le  poesie  dei  Futuristi  e  di  Ungaretti,  recitate  da  Adriano  Iurissevich  che in questo spettacolo è sia narratore che regista.

Giovedì 08 Novembre 2018/ore 17.30
Aula Magna
Ateneo Veneto, Associazione Amici dei Musei e Monumenti Veneziani

CORSO DI STORIA DELL’ARTE 2018 – L’OTTOCENTO
a cura di Camillo Tonini

Lezione inaugurale

La rivoluzione delle arti. Venezia nel panorama della cultura internazionale
Relatore: Giandomenico Romanelli

Il Corso di Storia dell’Arte Veneta apre quest’anno all’Ottocento, un secolo travagliatissimo per Venezia, carico d’inevitabili dolorose rotture con il suo glorioso passato. Un secolo però anche foriero di grandi cambiamenti storici che hanno trasformato il tessuto sociale e urbanistico della Città; un secolo ricco per le radicali innovazioni sul piano intellettuale e artistico che hanno portato Venezia ad aprirsi a una dimensione culturale sempre più internazionale.
Il Corso - che quest'anno si articola in sei conferenze, da novembre a fine dicembre - si svilupperà nell'arco di due anni accademici: a tenere le lezioni sono stati chiamati alcuni dei più autorevoli studiosi del periodo.

Venerdì 09 Novembre 2018/ore 17.00
Aula Magna
Ateneo Veneto, Università Popolare di Venezia e Venezia Viva

OMAGGIO A LUCIANO EMMER
Nel centenario della nascita

Michele Emmer, Silvano Gosparini e Carlo Montanaro
ricordano i libri autobiografici di Luciano Emmer
"Delenda Venezia" e "Infanzia a Venezia"
e presentano i film
"Incontrare Picasso" (2000) e "Isole nella laguna" (1948)

Venerdì 09 Novembre 2018/ore 17.30
Sala Tommaseo
Presentazione del volume monografico

Amedeo Renzini. Identikit
Con testi di Giovanni Bianchi, Toni Toniato, Massimo Donà
(Venezia, La Toletta edizioni 2017)

Presentano Toni Toniato, Massimo Donà e Giovanni Bianchi
Modera Silvio Fuso

Per  ricordare  il  centenario  della  nascita  di Amedeo  Renzini, nel dicembre 2017  la  Bevilacqua  La  Masa ha  organizzata  la  mostra  “Amedeo  Renzini.  Identikit", curata  da  Toni  Toniato  su  progetto  di  Anna  e  Ombra  Renzini.  In quella occasione è stata pubblicata  la  monografia  che si presenta oggi all’Ateneo Veneto,  con testi  inediti  di  Giovanni  Bianchi,  Toni  Toniato  e  Massimo  Donà. Il  volume “Amedeo Renzini. Identikit” contiene,  oltre  ai  testi,  un’ampia  selezione  di  dipinti, disegni, appunti,  scritti,  documenti e fotografie,  nel  tentativo  di  ricostruire  il  ritratto  di  un artista difficile  da  catalogare -  erratico,  erotico, eretico,  ma  anche  ironico  -  la  cui  vitalità  ha  lasciato  un  segno  importante  nella  vita  culturale  ed  artistica  di  Venezia.

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 09/12/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.