Dal 20/09/2022 al 23/09/2022
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Gli incontri della settimana all'Ateneo Veneto

futuro-rialto

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Quale futuro per il mercato di Rialto?
MARTEDÌ 20 SETTEMBRE 2022 17:30

SALA LETTURA

PROGRAMMA ACCADEMICO

Incontro pubblico

Saluto di Antonella Magaraggia, Presidente Ateneo Veneto

Deborah Howard, Cambridge University
Liana Levi, editrice, Parigi
Sergio Pascolo, Università IUAV di Venezia
si interrogano sul destino del mercato di Rialto assieme a
Donatella Calabi, autrice del libro Rialto. L’isola del mercato a Venezia. Una passeggiata tra arte e storia (Verona, Cierre 2020)

Coordina Gianpaolo Scarante, past-president Ateneo Veneto

Da centro del mondo e dei commerci a un presente sempre più incerto: sembra questo il destino del mercato di Rialto, che vanta mille anni di vita, di scambi e di attività ma che è finito nel circolo vizioso della monocultura turistica che sta rapidamente trasformando tutta la città di Venezia.
Una popolazione residente sempre più ridotta, il moltiplicarsi dei piccoli supermercati cittadini, le acque alte sempre più frequenti hanno finito per portare molti banchi di pesce, frutta e verdura alla chiusura. I rimanenti spesso hanno modificato la tipologia delle merci in vendita per venire incontro alle esigenze dei turisti.
Per arginare questa spirale che sta portando all’evidente declino di Rialto e del suo famoso mercato sono sorte negli ultimi tempi associazioni e comitati di cittadini che hanno lanciato idee e progetti per recuperare questa parte della città che per i veneziani riveste ancora una importanza fondamentale.
In questo contesto si inserisce l’incontro pubblico organizzato dall’Ateneo Veneto che vuole portare un contributo all’interno della discussione per rianimare una zona cruciale della città indipendentemente dal turismo, recuperando anche edifici storici attualmente inutilizzati.
Coordinati dal past-president dell’Ateneo Veneto Gianpaolo Scarante, i relatori si confronteranno sul futuro di Rialto assieme a Donatella Calabi, già docente di Storia della città allo IUAV di Venezia, autrice del volume Rialto. L’isola del mercato, pubblicato nel 2020 e di recente tradotto in inglese.
Calabi ha studiato da sempre i mercati storici europei e sulla scorta di esempi virtuosi italiani e stranieri propone una nuova strategia di ampio respiro per il mercato di Rialto, mettendo in luce come esso sia ancora sede di saperi a un tempo tradizionali e oggi modernissimi.


The Italian Glass Week | Murano allo specchio
MERCOLEDÌ 21 SETTEMBRE 2022 18:00

SALA LETTURA

PROGRAMMA ACCADEMICO

Ateneo Veneto, The Venice Glass Week, Comune di Venezia, Fondazione Musei Civici Venezia

Conferenza
Murano allo specchio. “Speci” e “specieri”: arte e industria nella Venezia del ‘700

Saluto di Antonella Magaraggia, Presidente Ateneo Veneto

Chiara Squarcina, Dirigente Area Musei – Fondazione Musei Civici di Venezia
– Lo specchio nell’arte

Mauro Stocco, Assistente Conservatore – Fondazione Musei Civici di Venezia
– La produzione degli specchi a Venezia tra Cinquecento e Ottocento

Con la partecipazione della ditta Barbini Specchi Veneziani

Proiezione del video Speculum Vitrum realizzato dall’Academìa Veneta di Danza & Balletto della coreografa Clara Santoni
(in collaborazione con il Comune di Venezia, Fondazione Musei Civici Venezia, Le Stanze del Vetro-Fondazione Cini)

Nell’anno ufficialmente dedicato dalle Nazioni Unite al vetro e all’arte vetraria, The Venice Glass Week si è unita a Vision Milan Glass Week dando vita a The Italian Glass Weeks.
Nella settimana di eventi che ha come protagonista il mondo del vetro declinato nei suoi molteplici aspetti (da quello economico a quello artistico e storico) si inserisce anche la conferenza “Murano allo specchio”, con gli interventi di Chiara Squarcina e Mauro Stocco.
Protagonista dell’incontro è lo specchio, analizzato dal punto di vista storico-artistico, con un’interessante panoramica della rappresentazione dello specchio nei dipinti attraverso i secoli e la storia della produzione degli specchi a Venezia dal Rinascimento all’Ottocento.
Tra gli ospiti, a testimoniare la fervida stagione dell’industria muranese, un rappresentante della famiglia Barbini, azienda di antica tradizione specializzata nella produzione di specchi veneziani antichi e moderni e nel loro restauro.
Lo specchio rappresenta per certi versi l’oggetto che può accomunare il vetro industriale e il vetro artistico; la conferenza darà l’opportunità di ripercorrere la storia e le fasi salienti della sua nascita e dell’evoluzione, da lavorazione artigianale rivolta all’arredo nobiliare fino a divenire poi oggetto di uso comune, di design industriale e di vera e propria espressione artistica.
Durante la conferenza sarà proiettato Speculum Vitrum, una breve video-coreografia di Clara Santoni la quale, attraverso suggestivi gesti e movimenti del corpo in ambienti e sedi deputate alla memoria del vetro, affronta il tema dello specchio esprimendolo con il linguaggio della danza. Le ballerine volteggiano fra specchi di epoche diverse e “giocano” con questi oggetti, dapprima riflettendo semplicemente la loro immagine, successivamente evidenziando anche un aspetto più simbolico, dove lo specchio è il mezzo per “riflettere” mentalmente ed entrare in contatto con la propria interiorità.

Murano allo specchio – locandina


“La Contessa” di Benedetta Craveri
GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE 2022 17:30

SALA LETTURA

PROGRAMMA ACCADEMICO

Ateneo Veneto, Alliance Française

Presentazione del libro
La Contessa. Virginia Verasis di Castiglione
di Benedetta Craveri (Milano, Adelphi 2021)

L’autrice conversa con il professor Antonio Foscari e il giornalista Antonio Gnoli (La Repubblica)

Narcisista, terribilmente ambiziosa e molto patriottica, Virginia Verasis di Castiglione è la contessa che infiammò il Risorgimento italiano. Personaggio famosissimo a cui sono stati dedicati libri, film e serie televisivi, la Contessa di Castiglione però è molto più di quello che racconta la sua fama.
Lo possiamo scoprire grazie all’ultima fatica letteraria di Benedetta Craveri che ha voluto far parlare in prima persona questa donna che è stata una attrice fantastica, capace di giocare molti ruoli diversi nello scacchiere politico del secondo Ottocento. Fonti del libro sono le migliaia di lettere della stessa Virginia oltre a documenti d’epoca.
Ne esce il ritratto di una seduttrice seriale di incomparabile bellezza, che dopo aver conquistato (su indicazione del cugino conte di Cavour) Napoleone III e abbagliato le corti di mezza Europa, trascorse gli ultimi anni della sua vita ritirata dal pubblico, sempre affermando la propria libertà e la propria indipendenza. Come scrive Craveri “ha mantenuto intatta la sua forza incendiaria e che ancora oggi disturba, sconcerta, scandalizza».

Benedetta Craveri vive tra Roma, Parigi e Na­poli, dove insegna all’Università Suor Orsola Benincasa. Scrittrice, francesista e critica letteraria, è considerata una delle massime studiose italiane di lingua e letteratura francese. Dal 2016 è socia corrisponden­te dell’Accademia dei Lincei. Con il libro “La Contessa” ha vinto il Premio Bagutta 2022.


Corso di Linguaggio e Comunicazione – III Incontro
VENERDÌ 23 SETTEMBRE 2022 15:00

SALA LETTURA

PROGRAMMA ACCADEMICO

Ateneo Veneto, Camera Penale Veneziana “Antonio Pognici”

Logica, processo e verità

Introduce Luca Mandro
Modera Alberto Berardi
Relatori: Emanuele Fragrasso, Margherita Cassano, Luca Santa Maria

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 27/09/2022
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.