Dal 07/02/2019 al 21/02/2019
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

GIORNO DEL RICORDO 2019

Eventi all’Ateneo Veneto

giorno _del_ricordo

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

GIORNO DEL RICORDO 2019
Eventi all’Ateneo Veneto

In occasione del “Giorno del Ricordo” 2019, l’Ateneo Veneto ha ideato una proposta culturale che si articola in vari momenti e che vuole coinvolgere il più vasto pubblico possibile.

Per seguire le tracce del cammino percorso dalla comunità giuliano-dalmata,  che ancora oggi si identifica come tale e da sempre è molto presente all’interno dell’Ateneo Veneto, il nostro istituto propone una serie di iniziative che si sviluppano al di là della solennità civile del 10 febbraio, istituita per legge nel 2004.

E’ per questo che il progetto prevede degli appuntamenti che prendono spunto dal “Giorno del Ricordo” ma si spingono oltre la tragedia dell’esodo e delle foibe per parlare della comunità istriano-fiumano-dalmata in senso molto più ampio, con una narrazione storica che parte dalla romanità e arriva fino a oggi.  Questi eventi sono stati ideati in collaborazione con l'Università Ca' Foscari di Venezia e fanno parte di un più ampio progetto che mira a comprendere e ricostruire la complessità sociale, storica, economica, culturale dei territori istriano-dalmati.

Tutti gli incontri organizzati dall'Ateneo Veneto e elencati qui di seguito fanno parte del calendario ufficiale delle manifestazioni patrocinate dal Comune di Venezia per il "Giorno del Ricordo".

Giovedì 7 febbraio 2019
Ateneo Veneto - Sala Tommaseo
ore 17.30
Conferenza introduttiva al Giorno del Ricordo 2019
a cura di Ateneo Veneto, Università Ca’ Foscari Venezia
Venezia, Istria, Dalmazia: una storia mediterranea
Relatori:
Bruno Crevato-Selvaggi, Società Dalmata di Storia Patria, Roma
Giovannella Cresci Marrone,  Università Ca’ Foscari

Venerdì 8 febbraio 2019
Ateneo Veneto - Aula Magna
ore 11.00 per le scuole
ore 17.30 per il pubblico
Conferenza - spettacolo
a cura di Ateneo Veneto, Associazione culturale Mondonovo, Atelier Teatrale Carro Navalis
L’abbraccio del ricordo
con Marzia Bonaldo, Michele Naletto, Camilla Grandi, Enzo Pavan
Attraverso alcuni quadri che seguono un sottile filo cronologico, con un’efficace commistione di parole e di musica dal vivo (violino e fisarmonica), viene raccontata la storia di un popolo, dalle sue lontane origini fino agli ultimi due secoli che hanno visto il nazionalismo fomentare le contrapposizioni e stravolgere quel microcosmo fatto di culture diverse che si era sviluppato in tanti secoli sotto la Serenissima. Ancora adesso, nei luoghi della Venezia Giulia e della Dalmazia che il trattato di pace di Parigi del 1947 ha consegnato alla Jugoslavia, si sente parlare anche l’istro-veneto e si possono ammirare i monumenti e i segni della storia che hanno lasciato l’impero romano e la Repubblica di Venezia. Una messa in scena che diventa l’opportunità per conoscere una pagina strappata dai libri di storia, per non dimenticare tutte quelle persone che sono state dolorosamente colpite da questi avvenimenti e per guardare al futuro con più consapevolezza e positività.

Martedì 19 febbraio 2019
Ateneo Veneto, Sala Tommaseo
ore 17.00
Presentazione del volume
L’eredità del Leone
di Flavio Fiorentin (Udine, Aviani&Aviani editori 2018)
L’autore conversa con Fulvio Salimbeni, Università di Udine
L’arco temporale trattato nel libro va dall’estinzione della Repubblica di Venezia alla conclusione della Prima Guerra Mondiale ed al compimento dell’Unità d’Italia, con qualche inevitabile digressione di spazio e di tempo. Le vicende storiche succedutesi tra l’uno e l’altro evento sono esaminate come una lunga contesa tra alcune Potenze europee per l’eredità di terre e di popolazioni già appartenute alla Serenissima. Vengono seguiti attentamente i progressivi passi compiuti con costanza e fermezza dal Regno d’Italia verso tale fondamentale meta, l’Unità della Nazione. Pari attenzione viene dedicata alla “lunga marcia” compiuta con perseveranza, sacrifici e sangue dalle popolazioni “orfane” di Venezia, per riunirsi finalmente all’erede naturale e legittimo di essa, l’Italia. Le vicende, le date ed i nomi qui ricordati o esaminati sono ben noti e quindi non rappresentano fatti nuovi: la novità sta nei collegamenti fra essi e nella doppia angolatura dalla quale sono esaminati.

Giovedì 21 febbraio 2019
Ateneo Veneto, Aula Magna
ore 17.30
Conferenza con degustrazioni
a cura di Ateneo Veneto, Università Ca’ Foscari Venezia
Garum, vino e maraschino
Relatori: Margherita Tirelli, già direttore Museo Archeologico Nazionale di Altino
Antonio Trampus, Università Ca’ Foscari Venezia
Franco Luxardo, imprenditore
Stefano Cosma, Associazione vini Malvasia del Mediterraneo
con degustazioni dei prodotti tipici a cura di Associazione Companatiche, Associazione vini Malvasia del Mediterraneo e Luxardo
Incontro a tema eno/gastronomico che parte dalla descrizione storica di alcuni prodotti tipici d’Istria e Dalmazia, di origine classica, moderna e contemporanea, per distribuirli bene nel tempo e nello spazio. Tre brevi conversazioni di presentazione dei prodotti saranno seguite dalla degustazione delle stesse specialità. Si parte dal garum, salsa molto usata nella cucina romana classica, molto simile all’odierna pasta d’acciughe. Particolarmente pregiato e di fama era il garum dalmata. In Istria poi si è sempre prodotto vino; tra i più famosi, la malvasia istriana. Il vitigno, di origine peloponnesiaca, venne portato in Istria dalla Serenissima, a partire dal Trecento, soprattutto nell’area di Cittanova, Parenzo e Rovigno; risulta molto diverso dalle malvasie cretesi. La malvasia istriana, detta anche del Carso, oggi è prodotta in realtà anche in Friuli, soprattutto nell’Isontino, da cantine specializzate. Infine in Dalmazia, soprattutto dall’Ottocento, si sviluppò la produzione di maraschino, liquore tipo sherry prodotto con le marasche locali (una varietà di ciliegie). Tra le aziende più importanti che producevano e esportavano maraschino in tutta Europa c’era la Luxardo, che ora è trasferita a Torreglia (PD).

(Questo evento si replica il 27.02 a Ca’ Foscari con relatori differenti)

Tutti gli incontri sono a INGRESSO LIBERO

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 18/04/2019
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.