18/09/2022 Ora 00:00
Campo del Ghetto Novo

Giornata Europea della Cultura Ebraica

RINNOVAMENTO

rinnovamento-venezia

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Parola d’ordine: RINNOVAMENTO.

Questo il tema della ventitreesima Giornata Europea della Cultura Ebraica che, anche a Venezia, avrà luogo domenica 18 settembre 2022, a cura della Comunità Ebraica e di Coopculture.
Una splendida occasione per esplorare il Ghetto veneziano e i suoi molteplici tesori, con un programma denso di appuntamenti. «Ogni anno è un ritrovarsi, riscoprirsi, rinnovare l’entusiasmo della conoscenza. – commenta Michela Zanon, responsabile della gestione dei servizi al pubblico del Museo Ebraico di Venezia – Siamo felici di accogliere chi abbia voglia di accostarsi alla cultura ebraica e di visitare il Ghetto».
Dalle 10:00 alle 17,30 si potranno visitare gratuitamente gli allestimenti temporanei e il Giardino Segreto della Scola Spagnola; le sinagoghe sefardite saranno oggetto di visite guidate in italiano alle 10,30; 11,30; 12,30; 15.30; 16,30, e in inglese alle 11:00; 12:00; 15:00; 16:00 (la partecipazione a tutte le visite guidate è gratuita con prenotazione obbligatoria a prenotazioni.mev@coopculture.it entro e non oltre le ore 12 di venerdì 16 settembre).
Alle 9,30 avrà luogo, come ogni anno, la visita all’Antico Cimitero Ebraico del Lido di Venezia, a cura di Aldo Izzo.
Per i più piccoli, alle ore 10:00, si terrà un’attività laboratoriale sul Capodanno degli Alberi: una festa che simboleggia con efficacia il rinnovarsi della natura e il suo rapporto con l’uomo, più che mai oggi di estrema attualità. Perché, soprattutto in questi tempi complicati, l’attenzione va posta sulla possibilità di trasformarsi, di cambiare in armonia. Il restauro del MeV, in corso d’opera, ne è un altro segno fondamentale: per Marcella Ansaldi, direttrice del Museo «Il titolo di quest’anno è una parola chiave per l’ebraismo, è lo stimolo per riflettere sul nostro quotidiano, dare un senso al nostro operato e saperci modificare. Il museo rinnovato nelle sue strutture architettoniche dovrà essere mobile, fluido, capace di rinnovarsi nella narrazione, nel rapporto con il pubblico e nell’offerta culturale. Dovrà saper essere un non-museo, dove nulla è statico e immodificabile, così lo immagino e lo desidero. Un luogo dove la vivacità del pensiero e la forza della riflessione si respiri nell’aria».
Anche la tavola rotonda delle ore 11:00, in Sala Montefiore, oltre ai saluti istituzionali, toccherà i medesimi temi. S’intitola “Dal ghetto alla città, strategie di rinnovamento” e vedrà la partecipazione di David Landau (Fundraiser per il progetto di restauro del complesso museale), Melissa Conn (Save Venice) e Alessandro Pedron (apml studio di architettura, Direzione lavori).
Nel pomeriggio, è prevista – alle ore 15:00 – la visita al giardino segreto della Scola Spagnola, dove avrà luogo anche, alle 16,30, la presentazione del libro Domande frequenti sul Ghetto di Venezia, Scala Mata edizioni (per l’occasione si potrà usufruire di un prezzo speciale per l’acquisto del volume)
Molto interessante anche la visita guidata Dalla parte delle donne, che offrirà la rara possibilità di osservare l’interno delle sinagoghe sefardite dall’alto dei suoi matronei.
La Giornata sarà conclusa dal concerto Shekinah.

Nuove canzoni per tornare ad abitare se stessi del cantautore Michele Gazich con Marco Lamberti, in campo di Ghetto Novo alle 18:00. (anche per il concerto, gratuito, è necessario prenotarsi a prenotazioni.mev@coopculture.it).
Il ristorante kasher Ba-Ghetto, sempre in campo di Ghetto Novo, proporrà un menu speciale sia a pranzo che a cena e riserverà uno sconto del 10% sul menu à la carte per chi si presenti con il biglietto del Museo (un’iniziativa, quest’ultima, che non riguarderà solo la Giornata del 18 settembre, ma sarà permanente).

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 28/09/2022
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.