Dal 28/05/2019 al 05/06/2019
IUAV Tolentini

FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

festival_riciclo

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Anche quest’anno l’Università Iuav di Venezia partecipa al Festival dello sviluppo sostenibile, giunto alla terza edizione: la più grande iniziativa italiana per sensibilizzare e mobilitare cittadini, giovani generazioni, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale.

Tra le iniziative proposte da Iuav, segnaliamo il 28 maggio alle 15 la passeggiata conoscitiva “Venezia accessibile”, organizzata da Valeria Tatano (docente di Progettazione tecnologica) per approfondire le strategie poste in atto a Venezia per rendere la città più accessibile a tutti, in particolare alle persone con disabilità motoria.
La partecipazione è gratuita e aperta a max 15 partecipanti, previa iscrizione tramite email a valeria.tatano@iuav.it

Nella galleria di ingresso della sede Iuav ai Tolentini, la mostra “Il valore nascosto dei prodotti”, realizzata dagli studenti di Product e Visual Design (docenti Laura Badalucco e Luca Casarotto), è un interessante racconto visivo sul potenziale degli oggetti.
Quanta ricchezza si nasconde nei prodotti che buttiamo via? Come possiamo ridar loro valore? Partendo da queste domande, gli studenti hanno disassemblato alcuni prodotti elettrici ed elettronici dell’Ateneo non più funzionanti e in procinto di diventare rifiuto.
Avere coscienza della complessità degli oggetti che siamo abituati ad utilizzare ci permette di progettare sia il prodotto che le sue parti in modo sostenibile e circolare.

Dal 5 giugno inoltre sarà disponibile on line on line Zèvero, l’app che aiuta gli studenti a prevenire i rifiuti  (www.iuav.it/iuavsostenibile). Gli studenti di design, arti, architettura e moda usano plastici e modelli per imparare a progettare. Spesso capita di vederli nelle città o sui mezzi di trasporto con pacchi e borsoni per trasportare i loro lavori.
Ma cosa fare dei materiali usati o di troppo?
Per la sua tesi di laurea in Design, Petra Cristofoli Ghirardello ha progettato “Zèvero”, l’app che aiuta gli studenti a scambiare e regalare materiali, semilavorati, strumenti e conoscenze favorendo la condivisione, il riuso e la riduzione dei rifiuti secondo i principi dell’economia circolare.

Vai al PROGRAMMA

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 23/09/2019
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.