Dal 26/09/2023 al 26/10/2023
Venezia Città Metropolitana

Festival delle Idee

Elogio dell’incertezza

festival-idee

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Un Festival che mette al centro le idee e la parola per restituire tempo all’ascolto e alla riflessione

FESTIVAL DELLE IDEE

Elogio dell’incertezza

Tra i Grandi Eventi della Regione del Veneto. Con il patrocinio di Regione del Veneto e Comune di Venezia

Anteprima il 17 settembre con la scrittrice R. J. Palacio

Evento unico il 18 ottobre con lo storico fondatore di Lonely Planet Tony Wheeler in dialogo con Beppe Severgnini

 

Umberto Galimberti, Alessandro D’Avenia, Amitav Ghosh, Paolo Borzacchiello con Paolo Stella, Pegah Moshir Pour, Vincenzo Schettini, Mario Calabresi, Marco Bianchi, Don Antonio Spadaro, Amara, Vito Mancuso, Giovanni Caccamo, Sonia Bergamasco, Stefania Parmeggiani

Quinta edizione del “Festival delle Idee” sul tema Elogio dell’incertezza, dal 26 settembre al 27 ottobre 2023, con un’anteprima il 17 settembre.

Tra i Grandi Eventi della Regione del Veneto, patrocinato dalla Regione e dal Comune di Venezia, ideato da Marilisa Capuano per Associazione Futuro delle Idee, il Festival torna a mettere al centro del suo percorso le idee e la parola per approfondire un sentimento, l’incertezza, liberato dalla sua accezione negativa ed elevato a forza rigeneratrice positiva capace di spingerci alla ricerca di nuove soluzioni e aiutarci a non temere il cambiamento, aprendoci al mondo.

I luoghi delle idee tra Venezia e Mestre

Teatri: Sale Apollinee del Gran Teatro la Fenice, Teatro Malibran, Teatro Toniolo; università: Auditorium IUAV e Ca' Foscari; centri culturali: Candiani a Mestre; poli museali: M9; Padiglione Rama dell'Ulss3; Scuola Grande di San Marco, Accademia di Belle Arti a Venezia; Forte Marghera per le giornate di workshop.

Annunciati i primi ospiti

Auditorium Santa Margherita dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, evento di anteprima con la scrittrice statunitense R. J. Palacio, autrice del fenomeno editoriale per ragazzi Wonder. Con La gentilezza e la memoria ci conduce in un viaggio inedito attraverso la sua carriera di scrittrice. Un’occasione irripetibile per confrontarsi su temi quali l’amore che molto può, e l’empatia che tutto salva. Alla Scuola Grande di San Marco a Venezia, incontro con Don Antonio Spadaro. Al Polo M9 il giornalista ed ex direttore de La Stampa e La Repubblica Mario Calabresi; il divulgatore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi e Food Mentor Marco Bianchi, che ci parlerà di cucina, scienza e benessere, spiegando i fattori protettivi della dieta; Pegah Moshir Pour, protagonista all’ultimo Festival di Sanremo assieme a Drusilla Foer, con la sua lotta per quei diritti in cui l’incertezza si fa molto più forte; Stefania Parmeggiani, giornalista e scrittrice, un percorso dedicato a Federico Fellini che ci accompagna in una passeggiata tra i ricordi del Maestro; l’attrice Sonia Bergamasco, con l’editore Lorenzo Flabbi, per il live reading del romanzo autobiografico “Gli anni” di Annie Ernaux, evento in collaborazione con Audible; il prof Vincenzo Schettini per una nuova e sorprendente lezione di fisica; Paolo Borzacchiello, tra i massimi esperti di intelligenza linguistica e autore di best seller come Forse sei già felice e non lo sai (2022), e l’influencer e scrittore Paolo Stella in un percorso, a partire dal loro libro Colleziona attimi di altissimo splendore,  verso la ricerca di quei piccoli momenti di meraviglia capaci di ridare luce alle nostre esistenze; l’antropologo e scrittore indiano Amitav Ghosh,  con  un’analisi su Il nostro Pianeta: una riflessione acuta, provocatoria e originalissima da parte di uno dei più grandi autori indiani.

Le Sale Apollinee del Teatro La Fenice a Venezia ospitano il 18 ottobre lo storico fondatore della Lonely Planet, Tony Wheeler: il viaggiatore per eccellenza, in dialogo con l’editorialista del Corriere della Sera Beppe Severgnini, confessa storie e aneddoti di oltre mezzo secolo di viaggi che hanno trasformato in profondità il mondo, la nostra anima, la nostra percezione della vita e del rapporto con le persone e l’ambiente.

Il filosofo Umberto Galimberti (19 ottobre, Teatro Malibran Venezia) sarà invece protagonista di una lectio magistralis su L’illusione della libertà. La libertà non esiste, esiste però l’idea della libertà che ha fatto storia. Per questo bisogna aver cura delle idee, sottoporle a critica, metterle in gioco ogni giorno e vedere se sono fondate o semplicemente delle abitudini mentali. Venerdì 20 ottobre, sempre al Teatro Malibran, Alessandro D’Avenia con Naufragare è salvezza: la nostra odissea quotidiana: come Ulisse, anche noi, persi nel nostro mare di guai, ci sentiamo spesso naufraghi senza meta. Ma se proprio questa incertezza fosse la rotta per riportare la luce in un tempo pieno di ombre e ricondurci alla nostra Itaca?

Tra i protagonisti anche Amara con Sun-Set, Concerto per il tramonto, Giovanni Caccamo con un concerto dedicato ai giovani tra musica e parola, e il teologo e filosofo Vito Mancuso.

Il tema: Elogio dell’incertezza

Elogio dell’incertezza è il tema di questa edizione che intende soffermarsi su un sentimento tanto diffuso nella nostra epoca, quanto temuto. Al mutare naturale cui sono sottoposti affetti, lavoro, salute, finanze e relazioni sociali si aggiungono gli effetti imprevedibili dei grandi problemi che coinvolgono il pianeta. Eppure l’incertezza non è solo una minaccia, essa può essere intesa come forza rigeneratrice capace di spingerci alla ricerca di nuove soluzioni, aiutarci a non temere il cambiamento, diventare un valore, forse una necessità se si vuole progredire nel proprio percorso verso la conoscenza.

Del resto, facendo nostre le parole del grande filosofo francese Edgar Morin, possiamo dire che “la vita è una navigazione in un oceano di incertezze attraverso isole di certezze. Anche se celata o rimossa, l'incertezza accompagna la grande avventura dell'umanità, ogni storia nazionale, ogni vita individuale”.

In un’epoca di semplificazioni, l’incertezza ci ricorda il valore del dubbio, l’assenza di una verità definitiva e apre la strada ad uno sguardo creativo e più aperto sul mondo.

Accettare l’ignoto, invece di temerlo, ci consente di controllare il nostro agire senza lasciarsi dominare dai capricci del futuro e della paura. In un tempo che necessita di essere approfondito, analizzato e spiegato, l’incertezza si trasforma in risorsa e forza creativa capace di generare nuove idee, sfide e opportunità. Una fonte da cui trarre energia rigeneratrice, una necessità indispensabile per conoscere, conoscersi, correggere sé stessi e provare a migliorarsi.

Ne parleremo con filosofi e psicologi, artisti, giornalisti e scienziati nel tentativo di offrire al pubblico una bussola per navigare o semplicemente cercare insieme un talismano contro il pessimismo imperante.

Il tema Elogio dell’incertezza è espresso anche attraverso una declinazione grafica distintiva, nell'immagine di una nuvola - simbolo di indefinitezza, di incertezza e imprevedibilità - per mezzo della quale siamo chiamati a guardare e a muoverci incontro al futuro, accompagnati da idee che diventano la bussola che conduce ad un destino ancora capace di sorprenderci (a cura di Lagoon Agency).

Focus sul viaggio: “Viaggi in poltrona”

Visto il notevole successo nella scorsa edizione, anche quest’anno verrà proposta la sezione “Viaggi in poltrona” condotta dal direttore di Lonely Planet Italia Angelo Pittro, per approfondire le tematiche emozionali legate al viaggio attraverso la voce di alcuni ospiti.

Workshop delle Idee

Tra le novità della V edizione, il Festival delle Idee propone alcune giornate di formazione a Forte Marghera e al Centro Culturale Candiani: Andrea Piovan sul potere della voce e del silenzio che precede la parola; Mauro Garofalo sulla scrittura ambientale per approfondire il tema dell’habitat nella narrazione contemporanea; Selene Calloni Williams con un workshop sullo yoga sciamanico.

Info e prenotazioni

Alcuni degli eventi sono prenotabili da mercoledì 2 agosto sul sito www.festivalidee.it; altri saranno disponibili a partire da martedì 22 agosto.

Info: segreteria@festivalidee.it

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 22/06/2024
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.