30/01/2017 Ora 17:30
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

COSTANTINO REYER E PIETRO GALLO. Le origini degli sport moderni a Venezia

di Giorgio Crovato e Alessandro Rizzardini

reyer_cover

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Presentazione del volume

"COSTANTINO REYER E PIETRO GALLO"
Le origini degli sport moderni a Venezia

di Giorgio Crovato e Alessandro Rizzardini
(Venezia, Marsilio 2016)

Gli autori conversano con lo storico Lucio Sponza, che ha curato la prefazione del volume.

Per ogni veneziano Reyer è sinonimo di basket lagunare, ma quanti conoscono la storia di Costantino Reyer e di Pietro Gallo, i “dioscuri” che a metà Ottocento portarono a Venezia la pratica e la passione per la ginnastica e per lo sport? Finora non esisteva uno studio approfondito dello sviluppo di queste attività fisiche nella città lagunare ma a riempire questa lacuna ci hanno pensato Giorgio Crovato e Alessandro Rizzardini, attraverso un’accurata ricerca supportata da immagini e documenti inediti.
Ne è nato il libro – edito da Marsilio - che si presenta all’Ateneo Veneto in questa occasione: un libro che ripercorre quasi un secolo di storia tra Otto e Novecento, dal particolare punto di vista dell’attività fisica alle origini degli sport moderni a Venezia.
Per la valorizzazione di questi sport le figure di Reyer e Gallo furono fondamentali. Dei due ginnasiarchi sono rimasti oggi non solo il ricordo, magari sfumato, ma anche una traccia viva e presente del loro operato: sono considerati tra i padri fondatori della ginnastica in Italia, precursori dell’educazione fisica e di tanti sport oggi praticati.
Reyer e Gallo scelsero il nord-est per avviare la propria opera, che li vide impegnati in un contesto più ampio, sia nazionale sia europeo. Tante le iniziative che avviarono, con il concorso di collaboratori e allievi che a loro volta si distinsero in variegate discipline fondando nuove società o dedicandosi all’insegnamento nelle scuole di ogni ordine e grado, e coinvolgendo giovani e adulti, bambini e bambine, istituzioni pubbliche e private. Dalla ginnastica alla voga, dalla scherma all’atletica, dal calcio alla pallacanestro, il territorio veneto ospitò numerosi e qualificati eventi.

Giorgio Crovato è uno storico. L’ambiente e la società della laguna veneta hanno avuto un ruolo importante nei suoi interessi di ricerca. Tra le ultime pubblicazioni da lui curate: La regata storica (Il Poligrafo 2005), La regata del XX Settembre (Marsilio 2007), Sant’Erasmo (Il Poligrafo 2009), Il Patrimonio Carive. L’archivio storico e le collezioni della Cassa di Risparmio di Venezia (Monotipia Cremonese 2012), Venezia Novecento. Uso delle acque lagunari (Università di Lione 2014) e, in collaborazione con il fratello Maurizio, Venezia è una regata (San Marco Press e Supernova 2014).

Alessandro Rizzardini giornalista e fotografo, è tra i fondatori dell’Associazione di Promozione Sportiva ve.Sport. Nel 2008 ha ottenuto il premio speciale del Comune di Venezia come miglior fotografo sportivo veneziano. Tra le sue pubblicazioni: Grandi Ragazzi! 100 racconti brevi e un po’ matti sullo sport veneziano (numero speciale 150° ve.Sport 2010), Veneziani (quasi) famosi (La Toletta 2010), La Canottieri Giudecca 1981-2011 (Marsilio 2011).

Lucio Sponza ha insegnato alla Westminster University di Londra. Numerosi i suoi contributi in tema di storia sociale, tra i quali: Italian Immigrants in Nineteenth-Century Britain: Realities and Images (1988), Divided Loyalties. Italians in Britain during the Second World War (2000), L’arsenale, gli arsenalotti, il sestiere di Castello e la città, dalle pagine del «Gazzettino», 1945-2015 (2015).

Prezzo
Free
Informazioni aggiuntive

Aula Magna

Raggiungi l’evento

esempio: 20/06/2018

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.