21/05/2019 Ora 18:00
Ateneo Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Cara Nerissa...

Lettere di Gabriele d'Annunzio a Zina Hohenlohe Waldenburg

cara_nerissa

Ricordamelo con una mail

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere avvisato prima dell’inizio dell’evento

Descrizione

Presentazione del volume "Cara Nerissa..."

Lettere di Gabriele d'Annunzio a Zina Hohenlohe Waldenburg (1907-1921)

di Maria Rosa Giacon (Lanciano, Casa Editrice Carabba 2019)

Michela Rusi conversa con l'autrice

Muovendo dalle lettere di Gabriele d’Annunzio a Zina Hohenlohe, dal poeta ribattezzata Nerissa, il saggio lascia intravedere nuovi “frammenti” di vita dannunziana, quella ufficiale e anche quella privata, lungo il periodo compreso tra il 1907-1908, quando lo scrittore dimorava alla Capponcina, e il 1921, anno del doloroso rientro da Fiume.

Nel mezzo, il cruciale 1915 che vede d’Annunzio prender stanza a Venezia e installarsi alla Casetta rossa, l’affascinante dimora sul Canal Grande degli amici Zina e Friedrich Hohenlohe Waldenburg Schillingsfürst, ora esuli a Lugano.

All’interno di una tipologia d’analisi incrociata, il saggio si è avvalso di tutte le fonti utili a ricostruire la vicenda del poeta e quella dei proprietari della Casetta rossa. In tal modo, oltre agli scritti dannunziani che rievocano gli amici Hohenlohe e alle rilevanti testimonianze coeve, fra cui le stesse lettere di Zina a d’Annunzio, sono state utilizzate numerose e diverse attestazioni: in particolare, la notabile documentazione reperibile presso gli Archivi del Vittoriale degli Italiani, l’Istituzione Biblioteca Classense, il Fondo Mariutti Fortuny (Biblioteca Marciana), e l’Archivio Centrale dello Stato-Consulta Araldica.

Da ultimo, l’indagine si correda d’un tracciato biografico su Zina Hohenlohe, nota finora solo in quanto compagna del principe austriaco.

Maria Rosa Giacon si dedica da lungo tempo a ricognizioni nell’ambito dell’intertestualità e della semiologia del testo poetico e narrativo, con saggi su scrittori italiani di fine Ottocento e primo Novecento. Specialista di Gabriele d’Annunzio è autrice del romanzo epistolare «Il suo nome è Gabriele». Le vere lettere di Barbara Leoni (Presentazione di Umberto Russo. Janieri, Pescara, 2013), e di «Recitare? Che brutta parola!»: intervista a Eleonora Duse (Introduzione di Antonio Zollino. Venezia, 2013).

 

Prezzo
Free

Raggiungi l’evento

esempio: 17/06/2019
Booking.com

Sponsorizzato da

Attendere prego...

Dettaglio orari e date

Disclaimer

I testi e le immagini inserite nei post sono solo in parte opere degli autori degli articoli e loro proprietà.

Immagini e testi sono talvolta tratte dal web indicando, dove possibile, fonte e autore e vengono pubblicate per scopi esclusivamente illustrativi, nel rispetto del comma 1-bis dell’articolo 70 della legge n. 633 del 22 aprile 1941, “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
Qualora la loro pubblicazione violasse specifici diritti di autore, si prega di comunicarlo per la tempestiva rimozione.